Addio Donnarumma, Zaccheroni: «Non è una questione economica per Raiola»

© foto www.imagephotoagency.it

Il mancato rinnovo di Gianluigi Donnarrumma è, senza ombra di dubbio, l’argomento del momento nel calcio italiano: ne ha parlato lo stesso Zaccheroni

Alberto Zaccheroni, dall’alto della sua esperienza, ne ha viste tante e il suo parere è senz’altro rilevante. Tante le questioni toccate nell’intervista concessa oggi a La Gazzetta dello Sport, a cominciare da quella relativa proprio a Donnarumma e al Milan: «Io conosco Mino Raiola da più tempo di tanti, lo conobbi a Udine e vi dico che non è un fatto economico: evidentemente non ha visto garanzie dalla società». Quindi focus puntato sul suo futuro personale: «Ma la proposta dovrebbe essere particolarmente intrigante, come fu quella del Giappone, la più bella esperienza della mia vita. E io non andai certo per soldi. Io e gli altri abbiamo ancora da dare. Bastano tre aspetti per continuare: idee, passione, determinazione». Poi il punto della situazione sui top team del nostro campionato: «La Juve investe più di tutte, ma ora lo scarto anche in Italia si è ridotto. Bisogna pensare alla prestazione e non sempre al risultato. Deve ripartire dalla sconfitta, anche psicologicamente, l’obiettivo era quello. Il Napoli ha giocato il miglior calcio, ma è difficile migliorarlo ancora, la Roma aveva la cattiveria, ma viene da un terzo e da un secondo posto, bisognerà capire come cambia. Inter? Spalletti è il punto di certezza. I nerazzurri possono fare buoni investimenti».

 

Condividi