Allegri va all-in: «Juventus-Genoa vale lo Scudetto»

tardelli allegri
© foto Massimiliano Allegri

Le parole di Allegri in conferenza per Juve-Genoa: tra indicazioni di formazione e pensieri rivolti alla semifinale col Monaco il 3 maggio.

Massimiliano Allegri in sala stampa sottolinea l’importanza della gara di domani contro il Genoa, commentando anche il recente cammino bianconero in Champions League e l’esito dell’urna di Nyon: «Il Monaco è una squadra con valori tecnici e tattici, con giocatori giovani molto bravi. L’obiettivo della Juventus è andare in finale e vincere la Champions League. Ora, però, massima concentrazione sul campionato. Alla Champions pensiamo dopo la trasferta di Bergamo. Domani i tre punti sono di vitale importanza: è la partita che vale lo Scudetto». Prosegue Allegri nelle dichiarazioni: «La squadra può migliorare ancora nella gestione della palla: su questo bisogna lavorare. Davanti domani giocano i quattro: l’unico dubbio è Cuadrado, devo vedere come sta e valuterò nella giornata di oggi. Occhio al Genoa che all’andata ci ha segnato tre gol in mezzora, Marchisio sta bene e domani sarà in campo, è normale che debba crescere ancora: per tornare nelle migliori condizioni serve circa 1 anno, credo che farà un ottimo finale di stagione. La consapevolezza di poter vincere partite europee di alto livello deve essere fisiologica per la Juventus, stiamo facendo un percorso importante, ma non deve esserci esaltazione. Entusiasmo si, ma piedi per terra. Domani, lo ripeto, sarà una partita che vale lo Scudetto». Infine, conclude Allegri: «In questo momento la forza della Juve è che tutti lavorano per lo stesso obiettivo, anche chi gioca poco. Bentancur è uno dei migliori giovani in circolazione: da luglio inizierà percorso di crescita nella Juventus. Adesso pensiamo al Genoa, una volta battuto il Genoa penseremo alla partita successiva. Ho un contratto, con la Juventus sto benissimo. Ora la priorità è finire la stagione nel migliore dei modi».

Condividi