Allegri: «Non siamo in fuga, adesso Lione» | Ps

52
max allegri conferenza
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, commenta la vittoria odierna in campionato contro l’Udinese

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Premium Sport per commentare la vittoria odierna nel match contro l’Udinese: «I campionati si vincono anche vincendo queste partite. E’ una vittoria in meno in vista dell’obiettivo finale: ci vuole molta calma, era importante ripartire con una vittoria. Adesso avremo un trittico di partite importanti: Lione, Milan e Napoli. Non siamo in fuga, 21 punti non bastano per vincere il campionato nè per salvarsi. Non pensiamo a quanti punti fare, adesso concentriamoci sul match di martedì in Champions League».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue e conclude Allegri: «La Roma è a cinque punti di distanza da noi, ma né Napoli e né Inter sono tirate fuori: il campionato è fatto di tanti momenti. La Juventus può e deve migliorare, sopratutto sul piano del palleggio, giocare con meno frenesia, tanti piccoli correttivi che si possono approntare. Adesso martedì avremo la partita di Lione, i ragazzi sono bravi a seguire le mie indicazioni. L’obiettivo nostro è quello di migliorare noi stessi e raggiungere il sesto scudetto consecutivo, ma dobbiamo farlo solo mettendoci in discussione noi stessi ogni giorno in allenamento. Bonucci? Con Leo gli avevo detto che gli avrei dato giorni in più di riposo, si era allenato bene e doveva rifiatare, ma era una cosa stabilita ormai da 20 giorni: non sarebbe stato convocato qualora Chiellini non si fosse stato male. Chiellini? Non dovrebbe essere nulla di particolare, domani i dottori daranno il responso».

Condividi