Pioli, prossimi 6 match decisivi. Inter: Simeone o Conte nel 2017-18?

inter pioli
© foto www.imagephotoagency.it

Allenatore Inter nel 2017-18, un bel rebus da risolvere. Intanto Suning tenta Diego Pablo Simeone e Antonio Conte con cinquanta milioni di euro in cinque anni. I prossimi 6 match decisivi per Pioli – 20 aprile

Stefano Pioli si gioca la conferma sulla panchina dell’Inter nei prossimi 6 match di campionato. I nerazzurri al momento sono settimi e fuori dall’Europa ma il tecnico parmigiano vuole fare tutto il possibile per tenersi stretta la panchina dell’Inter, nonostante i 2 punti conquistati nelle ultime 4 partite. Dopo un buon inizio, l’Inter è tornata all’antico, denotando falle in ogni reparto. Secondo “Il Corriere dello Sport” il tempo dei processi arriverà tra un mese, a campionato finito. Pioli è convinto che sabato ci sarà una reazione e che l’Inter finirà la stagione in maniera importante. L’obiettivo minimo è arrivare in Europa e ripetere i risultati dell’andata, quindi bisognerà conquistare almeno 15 punti in 6 partite. Dopo la sfida di Firenze, l’Inter affronterà Napoli, Genoa, Sassuolo, Lazio e Udinese: all’andata arrivarono 5 vittorie e una sconfitta con il Napoli.

Pioli, a Firenze è decisiva. Inter: Simeone o Conte nel 2017-18

Allenatore Inter” è la prima casella che Suning deve completare in vista della prossima stagione, per poi dare il via a un nuovo progetto tecnico sul calciomercato. Stefano Pioli sembra ormai fuori dai giochi, Diego Pablo Simeone e Antonio Conte sono i nomi preferiti dalla dirigenza nerazzurra. Per quanto Pioli, l’impressione è che contro la Fiorentina si giochi tutto: la trasferta di Firenze sarà decisiva per l’emiliano, che curiosamente è il primo nome per i viola per la successione di Paulo Sousa. In caso di mancato successo con la Fiorentina, Pioli a fine stagione lascerà l’Inter. Arrivano però notizie importanti sui possibili successori dell’ex laziale, perché Simeone e Conte sono i sogni – nemmeno troppo proibiti – della dirigenza nerazzurra. Suning sarebbe disposto a dare dieci-undici milioni di euro al nuovo tecnico per cinque anni, una proposta come quella che venne fatta anni fa a Mourinho. Cinquanta milioni di euro in cinque anni, cifre da capogiro per convincere Simeone a lasciare l’Atletico Madrid o Conte a dire addio al Chelsea. Nel 2018-19 l’Italia porterà quattro squadre in Champions League e l’Inter non vuole fallire l’accesso nell’Europa che conta, per questo motivo ha in mente un’offertona per Conte o Simeone. Stando a La Gazzetta dello Sport però rimangono anche alcuni outsider per la panchina: Luciano Spalletti, in uscita dalla Roma, Unai Emery del PSG e pure Mauricio Pochettino del Tottenham. Leggermente più indietro rispetto ai tecnici di Atletico Madrid e Chelsea.

Condividi