Antognoni: «Amo la Fiorentina, rientrare mi rende felice»

21
stadio fiorentina nardella tifosi curva
© foto www.imagephotoagency.it

Il ritorno di Giancarlo Antognoni alla Fiorentina scalda l’ambiente, l’ex numero dieci è pronto a un incarico da dirigente: nel mirino c’è l’Europa

Giancarlo Antognoni è una bandiera della Fiorentina. L’ex giocatore viola è pronto a tornare a Firenze come dirigente e a tal proposito ha dichiarato: «Ho sempre amato la Fiorentina e poter rientrare mi renderebbe molto felice. Non c’è un problema di ruoli, questo argomento ancora non è stato affrontato, ma d’altronde non si è parlato neppure dei tempi del mio rientro. Posso dire che quanto sta succedendo è positivo, ci siamo riavvicinati e dopo aver parlato con Della Valle sono tornato al Franchi. Stiamo ancora parlando e spero che ci possa essere questa opportunità. L’incontro poteva avvenire prima ma non ho insistito per farlo quindi è anche colpa mia. Futuro? L’obiettivo è un piazzamento europeo».

EMPOLI VS. FIORENTINA SECONDO ANTOGNONI – «Con l’Empoli sarà una partita dura, dobbiamo affrontarla con la massima concentrazione. Io vedo una Fiorentina in crescita con qualche punto in meno per sfortuna e anche per ingenuità, mi riferisco al pareggio contro il Crotone, ancor più che contro la Sampdoria. Bernardeschi lo vedo bene e penso che pure lui sia in crescita, la doppietta al Cagliari gli ha fatto bene» ha detto Antognoni, come riporta Il Corriere dello Sport – Stadio. Alla fine l’ex dieci viola ha parlato pure dell’Empoli: «Sono organizzati, determinati e hanno voglia di mettersi in evidenza. Maccarone e Pucciarelli sono pericolosi. Saponara farebbe comodo a molte squadre di serie A perché è un giocatore moderno, un centrocampista che fa gol. In un contesto come Empoli si nota molto, al Milan invece si era un po’ perso».

Condividi