Astori: «Siamo prevedibili, dobbiamo svoltare»

46
© foto www.imagephotoagency.it

Davide Astori, difensore della Fiorentina, ha ammesso i limiti della formazione di Sousa e ha parlato della sua avventura a Firenze

La Fiorentina non ingrana e dopo 7 partite ha raccolto solo 8 punti (i viola devono ancora recuperare un’ora di gara contro il Genoa, sfida rinviata causa maltempo) piazzandosi al 14esimo posto della classifica. Un andamento sicuramente al di sotto delle aspettative analizzato in questo modo da Davide Astori: «Dobbiamo fare tanti punti nel prossimo ciclo di partite – ha ammesso il difensore a “Premium Sport” – Siamo diventati prevedibili, le squadre ci conoscono di più rispetto allo scorso anno e dobbiamo migliorare e lavorare di più per ritrovare la nostra imprevedibilità».

FIRENZE E LA FIORENTINA – Prosegue Astori: «C’è del potenziale inespresso, sicuramente. Noi volevamo avere una classifica migliore ma abbiamo anche una partita in meno e abbiamo davanti tutto il campionato con una base solida da cui ripartire. Bisogna essere ottimisti. Lo scorso anni i tifosi, con il loro entusiasmo, ci hanno trascinato e noi quest’anno dobbiamo essere bravi a ricreare questo entusiasmo, noi cercheremo di trascinare loro, ma anche loro dovranno aiutarci. Firenze? Mi sento come a casa, credo sia la giusta dimensione per me. Atalanta? Ci attende una gara difficile e complicata».

Condividi