Kessié: «Juventus e Roma? Penso all’Atalanta»

43
Kessié
© foto www.imagephotoagency.it

Franck Kessié racconta e si racconta: dall’arrivo in Serie A al rigore in Atalanta – Torino, passando per le immancabili voci di calciomercato

Si è fatto un gran parlare attorno al rigore tirato da Franck Kessié nella vittoria dell’Atalanta con il Torino, ma il centrocampista ivoriano non vuole fare polemiche e racconta come è nata l’idea di batterlo. Il giocatore ha preso la palla e ha fatto orecchie da mercante sia verso Paloschi (tiratore designato) sia verso mister Gasperini, urlante a metà campo. Eppure la prossima volta dagli undici metri non andrà lui: «Non li calcerò più, li lascio a Gomez o Paloschi».

ROMA, JUVENTUS, SUNDERLAND – Kessié parla anche della famiglia e del padre scomparso anni fa, a cui dedica ogni gol facendo il saluto militare, poi si sofferma sull’arrivo in Italia quasi traumatico per lo stile di vita e passa al calciomercato: «La Juventus mi ha cercato ma non ero ancora maggiorenne. Roma? Non so nulla, son stato vicino al Sunderland ma penso all’Atalanta». L’ivoriano non nasconde la voglia di provare l’esperienza in Premier League un giorno e adesso si concentra sulla Serie A, della quale ama molto la tattica. Infine, a La Gazzetta dello Sport, un retroscena sempre su Atalanta – Torino. Il quarto uomo sbaglia al momento della sostituzione e chiama fuori Kessié: «Ho fatto finta di non vedere. Dovevamo vincere, non volevo uscire».

Gianmarco Lotti
Giornalista sportivo toscano vivente, amante del calcio come cultura. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.
Condividi
Articolo precedente
de boer bakharDe Boer: «Possiamo solo migliorare. Su Brozovic…»
Prossimo articolo
federico di francesco fenucciFederico Di Francesco: «Bologna, non potevo chiedere di più»