Il Borussia gela il Milan: «Zero offerte per Aubameyang, c’è poco tempo»

aubameyang borussia dortmund
© foto www.imagephotoagency.it

Prima doccia fredda per il Milan nell’affare di mercato Aubameyang. Il CEO del Borussia Dortmund, Watzke, nega offerte per l’attaccante, ma lascia una porta aperta: «Altrove potrebbe guadagnare di certo di più»

Il primo assalto di mercato del Milan a Pierre-Emerick Aubameyang, come prevedibile, sarebbe andato a vuoto. Vedremo se ne arriverà un secondo. Per i rossoneri il colpo in attacco potrebbe assumere molto presto altri contorni (si parla di Andrea Belotti dal Torino). Di sicuro c’è che la prima offerta presentata ufficiosamente dai rossoneri al Borussia Dortmund, non sarebbe stata presa nemmeno in considerazione. Lo ha fatto presente poche ore fa l’amministratore delegato del club tedesco, Hans-Joachim Watzke, nel corso di una intervista. Watzke ha escluso per il momento offerte ufficiale per Aubameyang, mettendo così da parte l’ipotesi milanista. «No, non abbiamo ricevuto offerte per il giocatore. Aspetteremo ancora qualche giorno, ma non molto tempo. Personalmente sarei felice se Pierre rimanesse», le parole del CEO a Welt am Sonntag.

Chiaro che offerte per l’attaccante gabonese in verità ci siano state in realtà, dalla Cina e poi dal Milan. Nessuna di queste però sarebbe stata considerata dal Borussia Dortmund.

Allo!! @bvb09 !! yes we play Today 19:00 against @rwe.1907 See you there 😜💪🏽✌🏽#aubameyang #pea17

A post shared by Aubameyang (@aubameyang97) on

Conto alla rovescia per Aubameyang: chi offre di più?

L’offerta rossonera avrebbe sfiorato i 60 milioni di euro (leggi anche: Milan, ecco la prima offerta per Aubameyang). Quella cinese, addirittura, avrebbe sfondato gli 80. Sul piatto della bilancia però non c’è solo la volontà del Borussia di tirare su un’asta (è sempre possibile l’inserimento vincente del Chelsea), ma pure quella del giocatore. Aubameyang chiederebbe un ingaggio da 10 milioni di euro almeno netti l’anno. Tantissimi. A lasciare intendere che il problema di fondo sia questo, lo stesso Watzke, che aggiunge: «Ci sono dei club al mondo in cui ovviamente Aubameyang potrebbe guadagnare più di quanto guadagna adesso qui». Molto dipenderà dunque pure da quello.

Il Borussia comunque ha necessità di trovare in fretta un sostituto. Per questo motivo ancora pochi giorni prima di dichiarare l’attaccante incedibile. Serve un’offerta alla svelta.

Condividi