Ausilio senza freni: «Suning potrebbe comprare Ronaldo. E su Gabigol…»

ausilio inter
© foto www.imagephotoagency.it

A margine di un incontro a Milano, il ds Ausilio ha parlato a 360° del passato e del futuro calciomercato dell’Inter

Il direttore sportivo Piero Ausilio oggi ha rilasciato alcune dichiarazioni a margine di un incontro che si è tenuto durante il Corso di perfezionamento in Diritto Sportivo e Giustizia sportiva. Al termine del suo intervento il dirigente ha risposto ad alcune domande dei partecipanti e alcune risposte sono clamorose. Ad una domanda sulla strategia di mercato dell’Inter ha risposto: «Non si recupera prendendo i migliori calciatori, perché poi i migliori calciatori vanno dove ci sono più soldi, dove possono giocare la Champions. Perché vogliono vincere. Questo non significa che ci rinunciamo, dobbiamo sviluppare un discorso, rischiare qualcosa, e quando rischi a volte va bene e volte va male. Bisogna rischiare anche prendendo calciatori giovani. Gabigol? No quello è qualcosa di diverso, ma non posso spiegarlo (ride, ndr)». A chi lo incalzava poi sulla solidità societaria e sui possibili nuovi acquisti Ausilio ha ribattuto senza freni: «Oggi non è possibile pensare che nel calciomercato si possano spendere 200 o 300 milioni di euro. E non perché non lo si voglia, ma perché è impossibile. Noi oggi abbiamo una proprietà forte, solida. La nuova proprietà cinese potrebbe tranquillamente comprare i giocatori più famosi tipo Cristiano Ronaldo, ma la verità è che non possiamo farlo perché c’è quel famoso Financial Fair Play, che tiene conto dello sviluppo del club, che a sua volta deve avere una struttura che gli permette di arrivare a giocatori di una certa importanza. È un percorso che richiede tempo, idee, management. Bisogna fare meno errori possibili, sicuramente meno di quelli che abbiamo fatto quest’anno, dove ce ne sono stati tantissimi».

Condividi