Baldissoni: «Roma? Dimostra chi sei sul campo»

70
© foto www.imagephotoagency.it

Mauro Baldissoni, dirigente della Roma, ha parlato dopo i sorteggi di Europa League. Le sue dichiarazioni sui sorteggi e anche sul mercato

Mauro Baldissoni, dirigente della Roma, ha parlato a “Sky Sport” dopo il sorteggio di Europa League: «Bisogna smetterla di pensare in termini di sorteggi facili, belli. Dobbiamo dimostrare in campo tutto questo. Gli avversari vanno sfidati per batterli ed è sbagliato pensare che ci siano avversari facili. Siamo contenti solo di aver evitato qualche trasferta lunga e siamo contenti per questo. Terremoto? Abbiamo in programma la partita del 3 settembre, dedicheremo tutto il ricavato, sarà una giornata di sport dedicata alla famiglia. Abbiamo riattivato una piattaforma che avevamo improntato per intervenire nella crisi dei rifugiati, si chiama Football Cares in modo che anche altri club possano partecipare, si può donare direttamente online o attraverso aste realizzate con oggetti, maglie, memorabilia che tutti possono donare per ottenere ricavato».

ANCORA BALDISSONI – Prosegue il dirigente giallorosso: «Affronteremo l’Europa League con la testa di chi deve essere protagonista nel torneo perché deve competere per vincere in qualsiasi manifestazione. Noi speravamo di poter giocare la Champions League ma ne siamo responsabili e ora dovremo onorare l’EL dimostrandolo in campo. Non dobbiamo dimenticare quello che è successo perché dobbiamo costruire una dimensione internazionale e una mentalità vincente e dobbiamo dimostrare in campo di essere forti. Nuovo centrocampista? Abbiamo un gruppo ricco di qualità e opzioni, riteniamo la squadra completa. Se capiteranno delle occasioni le coglieremo ma non è in questo momento nei nostri piani».

Antonio Parrotto
Giornalista sportivo. Non vendo sogni ma solide news. E anche panini, birre e patatine.
Condividi
Articolo precedente
europa leagueSorteggio Europa League 2016/2017: le avversarie di Inter, Sassuolo, Fiorentina e Roma
Prossimo articolo
fiorentinaRogg: «Mercato? Dinamiche particolari»