Barcellona, arrestato l’ex presidente Rosell

messi neymar suarez barcellona
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex presidente del Barcellona, Sandro Rosell, arrestato durante un’operazione contro il riciclaggio di capitali

Sandro Rosell, presidente del Barcellona dal 2010 al 2014, è stato arrestato durante un’operazione della Guardia Civile e della Polizia contro il riciclaggio di capitali. L’ex patron blaugrana farebbe parte di una presunta rete di riscossione di commissioni irregolari ottenute grazie alla vendita dei diritti di immagine della nazionale brasiliana di calcio; Rosell avrebbe pulito il denaro sporco attraverso aziende fittizie con sede nei paradisi fiscali. Come riportato da Mundo, l’indagine riguarda il periodo antecedente alla sua presidenza al Barcellona, quando lo stesso firmò accordi con la Seleçao e la Confederazione Brasiliana di Calcio. Con le amichevoli della Nazionale verdeoro, l’ex presidente azulgrana avrebbe ricavato alte commissioni, giudicate irregolari, attraverso i diritti sportivi della stessa. Nell’operazione sarebbe coinvolto anche l’ex presidente della Federazione brasiliana, Ricardo Teixeira. Rosell, tra l’altro, è stato coinvolto nella diatriba giudiziaria riguardante l’acquisto al Barça di Neymar: per ciò, il pubblico ministero ha chiesto la sua condanna a 5 anni di carcere per corruzione.

Condividi