Belotti fuori dallo spot di Sky. Milan, contatti tra il Gallo e Montella

donnarumma belotti milan-torino
© foto www.imagephotoagency.it

L’operazione Belotti-Milan sta assumendo contorni particolari: il Gallo è fuori anche dallo spot per Sky e i rossoneri sono in forte pressing. Il presidente del Torino Urbano Cairo, però, non l’ha presa bene. Contatti Montella-Belotti 17 luglio, ore 14.25

Prosegue il pressing del Milan su Andrea Belotti. Il centravanti del Torino è uno dei grandi obiettivi del mercato rossonero. Il Milan valuta Aubameyang, Morata e Kalinic in alternativa ma tiene aperte anche altre piste non ancora uscite sui giornali, come ha appena rivelato Mirabelli. Intanto secondo “Premium Sport” il club rossonero sarebbe in forte pressing sul Gallo. Vincenzo Montella, allenatore del Milan, avrebbe avuto dei contatti diretti con Belotti con il giocatore che avrebbe ribadito la sua volontà di indossare la maglia rossonera. A gestire l’eventuale operazione sarà Alessandro Lucci, agente di Bonucci e intermediario di mercato: Raiola beffato?

Belotti fuori dallo spot di Sky: Milan in pressing, Cairo furioso

Novità dall’affare Belotti-Milan. Ieri il Torino ha presentato le maglie e il Gallo non era tra i modelli, ma c’è di più. Belotti avrebbe detto di no a un’offerta di Sky Sport per fare da testimonial per il prossimo campionato, rifiutando così un bel po’ di soldi. Dietro può esserci un trasferimento al Milan? A pensar male si fa peccato, ma forse stavolta ci si azzecca. Il Diavolo continua nella sua opera di convincimento del Torino, ma dal Piemonte non aprono a una cessione. Anzi, c’è chi non ha preso bene queste voci. Si tratta del presidente Urbano Cairo, infastidito dall’uscita di Marco Fassone sugli obiettivi del Milan per l’attacco. Lo stesso Cairo non avrebbe gradito neppure l’assenza di Belotti sia per le maglie sia per lo spot del prossimo campionato, stando a quanto riporta Tuttosport. A questo punto ecco che il presidente granata potrebbe intestardirsi e impuntarsi sulla clausola di rescissione, chiedendo i cento milioni di euro previsti dal contratto (ma per l’estero). Il Toro ha deciso, proverà a resistere.

Condividi