Bernardeschi: «Sto bene a Firenze ma certe cose si decidono in due»

43
© foto www.imagephotoagency.it

Federico Bernardeschi si è preso la Fiorentina. Il trequartista ha parlato in una lunga intervista, del futuro, dei viola e di molto altro ancora

Parla Federico Bernardeschi. Il trequartista della Fiorentina, dopo un inizio stentato, si è preso i viola. Paulo Sousa gli ha cambiato ruolo, spostandolo qualche metro più avanti, e i risultati si sono visti perché Berna segna e convince. Il calciatore ha parlato a “La Gazzetta dello Sport” dicendo la sua sulle dichiarazioni del tecnico viola, parlando della sua vita privata, sui suoi tatuaggi su Gesù e su molto altro ancora. Berna liquida subito le polemiche sul suo futuro: «Io oggi sto bene alla Fiorentina, e se hai un contratto lo devi rispettare: certe cose si decidono sempre in due. Si dice che potrei essere dell’Inter, del Barcellona e della Juve: nel calcio tutto è nuvola, solo quello che non lo è diventa fuoco».
L’INTERVISTA DI BERNARDESCHI – Berna ha poi parlato della sfida all’Inter: «Sono forti ma quando li affrontammo con i pulcini, vedendo le facce dei miei compagni, dissi ‘non sono per forza più forti di noi, giochia­mocela’». Il calciatore ha svelato di aver chiesto il permesso prima di prendere la 10 («sarebbe presuntuoso?» ha detto ai compagni) ma la risposta dei compagni lo ha convinto e ha svelato di essere stato vicino al Manchester United ma Corvino rifiutò e di aver rifiutato “Giovani speranze”, il reality di Mtv sul calcio. La sua strada era un’altra.

Condividi