Bolingbroke: «de Boer? Vogliamo dargli tempo. Suning ci ha rimproverati»

74
inter casting
© foto www.imagephotoagency.it

Il CEO dell’Inter Bolingbroke ha confermato la fiducia della dirigenza interista nei confronti di de Boer e ha parlato anche del gruppo Suning e delle critiche ricevute

Michael Bolingbroke, CEO dell’Inter, ha parlato a Londra, ad “Associated Press” toccando numerosi argomenti. Il dirigente nerazzurro ha confermato la fiducia della dirigenza interista nei confronti di Frank de Boer, tornato in discussione dopo i recenti risultati negativi della squadra interista. Queste le parole di Bolingbroke: «De Boer? Ha bisogno di tempo. E’ arrivato 10 giorni prima dell’inizio della stagione e noi vogliamo dargli del tempo».

IL GRUPPO SUNING – Prosegue il CEO interista: «Io sono entrato all’Inter nel 2014 e da quando sono arrivato ho sempre avuto un compito, quello di riportare l’Inter al successo dentro e fuori dal campo: portarla costantemente in Champions League, per fare soldi, non per perderli. L’arrivo di mister Zhang di Suning ha accelerato il processo. Suning, quando siamo andati in Asia per parlare con loro, ci hanno ‘rimproverato, e ci ci hanno chiesto perché non avessimo più sponsor in Asia, ci hanno detto che abbiamo sottostimato il valore della presenza in Cina e che siamo colpevoli di non aver esplorato abbastanza il mercato cinese. Ma non è facile per un club europeo sfondare in Asia senza il giusto ponte che ti apra le porte e senza Suning non sarebbe possibile avere accesso al business in Cina. Giocatori cinesi all’Inter? Se non vinciamo dei trofei falliamo. Non possiamo fare buoni acquisti per ingraziarci gli sponsor e quindi non possiamo abbassare il tasso tecnico della squadra».

Condividi