Infortunio Mirante: rientro con la Roma!

1821
mirante bologna
© foto www.imagephotoagency.it

Bologna, infortunio Mirante: il portiere, fermo per un problema al cuore, salterà tutte le partite di ottobre, possibile il ritorno per metà novembre dopo la prossima sosta di campionato, i medici vogliono certezze

Ci si aspettava forse di averlo prima, ma il problema cardiaco del portiere del Bologna Antonio Mirante non è cosa da sottovalutare: per questo l’estremo difensore rossoblu, riporta stamane Il Corriere dello Sport, rimarrà ai box ancora per tutto il mese di ottobre. Possibile che torni, se non in campo, almeno convocabile per la metà di novembre: durante questa sosta il giocatore sarà soggetto ad altri esami da parte dei medici. Lo staff rossoblu vuole avere la massima sicurezza che Mirante stia bene per poi potergli far ottenere nuovamente l’idoneità sportiva: l’estremo difensore dei felsinei potrebbe tornare ad allenarsi col gruppo molto presto, ma affinché giochi una partenza servono ovviamente altre certezze.

BOLOGNA: INFORTUNIO MIRANTE, LE DATE DEL RITORNO – Quando potrebbe tornare in campo allora Mirante? Difficile dirlo con sicurezza adesso. Di certo non dopo la sosta: il portiere salterà tutte le partite di ottobre (Lazio, Sassuolo, Chievo Verona e Fiorentina). Non ci sarà con tutta probabilità nemmeno contro la Roma ad inizio novembre, ma dopo la prossima sosta di campionato (fissata appunto per gli inizi del prossimo mese), allora il giocatore potrebbe ottenere il via libero definitivo. Per ora il portiere titolare resta Angelo da Costa, anche se pure Alfred Gomis ha ricominciato ad allenarsi di recente

AGGIORNAMENTO 1 NOVEMBRE – Arrivano buone notizie per Roberto Donadoni. Il tecnico del Bologna potrà tornare a fare affidamento ad Antonio Mirante a partire dalla sfida contro la Roma, 12^ giornata di Serie A: l’estremo difensore, arrivato dal Parma nell’estate del 2015, è al rientro dopo i problemi cardiaci che lo hanno tenuto fermo ai box in queste settimane. Il portiere di scuola Juventus dovrebbe partire dal 1′ contro i giallorossi, raccogliendo il testimone di Da Costa, che ben si è comportato in questo periodo tra i pali felsinei.

Condividi