Bonaventura: «Siamo molto contenti della situazione in cui ci troviamo»

33
bonaventura
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il gol vittoria messo a segno contro il Pescara, Giacomo Bonaventura è già proiettato sulla sfida del ‘Barbera’ contro i rosanero

Autore della rete che ha permesso al Milan di conquistare i tre punti contro il Pescara, Giacomo Bonaventura è intervenuto ai microfoni di Milan Tv, canale tematico ufficiale del club rossonero, dove ha affrontato diversi temi, a partire dalla trasferta di Palermo in programma domenica pomeriggio.
«Il campionato italiano è difficile, lo sappiamo benissimo. Dobbiamo preparare la partita curando tutti i minimi dettagli cercando di andare a Palermo con la voglia di vincere. Il nostro obiettivo deve essere la ricerca continua della prestazione e il miglioramento della squadra a livello di gioco, di conseguenza arriveranno anche i risultati», le parole del numero 5 milanista, che poi ha aggiunto: «Dal punto di vista della voglia di fare vedo un gruppo che rema tutto nella stessa direzione, questo è importante. I risultati che sono arrivati fino ad ora sono stati buoni e questo ha rafforzato ancora di più l’atmosfera che c’è tra di noi. Da qui in avanti penso che le cose andranno in crescendo».
MISTER MONTELLA – L’ex Atalanta ha rilasciato una breve dichiarazione anche su Vincenzo Montella, non risparmiando complimenti alle sue idee di gioco: «Il Mister ha cambiato la filosofia di gioco, sta facendo un ottimo lavoro e i risultati si stanno vedendo. Siamo molto contenti della situazione in cui ci troviamo ora però pensiamo che si possa fare meglio».
RUOLO – «Aver giocato tante partite nella stessa posizione e con un modo di giocare ben definito mi ha aiutato ad esprimermi al meglio. Questo non è solo merito mio ma anche dei miei compagni e di chi ha lavorato per far si che la squadra avesse questa fisionomia».
NAZIONALE – Infine il classe ’89 marchigiano ha parlato della sua esperienza con la maglia azzurra: «Sono contento di aver avuto l’opportunità di giocare le partite con la Nazionale, devo pensare solo a lavorare e andare avanti cosi».

Condividi