Bonaventura: «Milan, provaci. Montella ha ridato gioia»

62
© foto www.imagephotoagency.it

Vincenzo Montella ha riportato la gioia di giocare a calcio, lo dice il centrocampista del Milan Giacomo Bonaventura: «Con la Juventus abbiamo l’obbligo di provarci»

Giacomo Bonaventura è l’antidivo del Milan, come ha detto lui stesso: i più giovani devono vedere in lui un esempio da seguire e lui si impegna, ma aggiunge che ai ragazzi non bisogna dare troppe responsabilità. Jack non si accontenta mai e ormai ha preso le misure in campo in tutte le posizioni, anche se preferisce fare la mezzala sinistra dove spesso lo schiera Vincenzo Montella: «Sarà un lavoro meno appariscente ma mi diverto. Il divertimento è fondamentale ora, Montella ha portato gioia». Prima della finale di Coppa Italia dell’anno scorso (guarda caso Milan – Juventus, come la sfida di sabato) Bonaventura fu piuttosto criptico sul suo futuro e afferma che all’epoca non vedeva un gran futuro nel Diavolo ma poi ha cambiato idea: «C’era confusione e io ero confuso, ma nel ritiro ho visto che era cambiato. Ora sono contento e non chiedo altro che il Milan».

BONAVENTURA LANCIA IL MILAN – Il buon Jack si aspettava un Milan più caotico e invece Montella ha placato gli animi e rilassato il gruppo, senza usare le maniere forti dunque. Le incertezze societarie non hanno giovato e l’ex atalantino si dice rammaricato dalla possibilità di perdere gente come Berlusconi o Galliani e spera di rivedere presto il presidente a Milanello o a San Siro. Montella dunque è un valore aggiunto secondo Bonaventura, che nel finale di intervista a La Gazzetta dello Sport analizza la sfida ventura con la Juventus: «La Juve è superiore ma il livello con le inseguitrici è ridotto. Il Milan deve provarci, non è una gara off limits».

Condividi