Borja Valero si presenta: «Inter, voglio fare bene. Addio a Firenze? Ecco la verità»

borja valero
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista dell’Inter, Borja Valero, ha parlato in conferenza stampa. Le sua parole sull’addio alla Fiorentina e non solo

L’Inter ha presentato il suo terzo acquisto. Il club nerazzurro ha presentato in conferenza stampa Borja Valero. Il centrocampista ha parlato del suo addio alla Fiorentina «E’ importante arrivare qui con tanta esperienza. Dopo questi problemi con la Fiorentina avevo bisogno di cambiare. L’Inter ha fatto di tutto per portarmi qui e ora voglio ricambiare la fiducia. A me piace essere sincero: non sarei mai andato via da Firenze. La situazione però era diventata insostenibile e poi è arrivata l’Inter e ho accettato questa proposta con grande entusiasmo. Spalletti? E’ un bravissimo allenatore e lo ha dimostrato. Mi piacerebbe essere importante dentro e fuori dal campo. Ho tanti anni di esperienza e posso dare il mio aiuto anche ai più giovani. Problemi con la Fiorentina? Sono legati alla nuova direzione sportiva che non vedeva le cose come le vedevo io. Non ero importante per loro e quella situazione non si poteva più portare avanti e uno poi deve anche pensare a se stesso, ogni tanto».

Prosegue il centrocampista dell’Inter: «Tutti via da Firenze? Non so cosa succede. Io posso solo parlare della mia situazione. La Fiorentina resterà sempre la Fiorentina, non so dire altro. Il mio ruolo? Posso fare diversi ruoli, mi piace giocare un po’ dappertutto. Mi ritengo un giocatore polivalente. L’accoglienza dal Franchi per Fiorentina-Inter? Mi aspetto la migliore delle accoglienze perché ho dato tutto in questi 5 anni per la Fiorentina e per Firenze ma rispetterò l’opinione di tutti. Le parole di Astori? Lui dovrebbe parlare delle cose che sa, non penso che sappia le cose come sono andate ma rispetto tutte le opinioni. Potevo restare perché avevo 2 anni di contratto ma non si poteva andare avanti così, non c’era feeling tra il giocatore e la direzione sportiva. Sono un giocatore particolare? Ho giocato il 95% delle partite nelle squadre dove sono stato, qualcosa di buono in me ci sarà. Inter da Scudetto? Non voglio fissare un obiettivo così grande. Siamo all’inizio, possiamo vedere cosa riusciremo a fare. E’ ancora un po’ presto per queste cose».

Condividi