Brocchi: «Milan? In molti non mi hanno voluto capire»

50
© foto www.imagephotoagency.it

Brocchi, ex allenatore del Milan, ora tecnico del Brescia, ha parlato della sua avventura in rossonero ma anche di Balotelli, Vieri e molto altro ancora

Cristian Brocchi, allenatore del Brescia, ha iniziato bene la sua avventura in Serie B con le rondinelle conquistando un pareggio ad Avellino e una vittoria interna contro il Frosinone. Il tecnico ha detto la sua sulle poche settimane in rossonero alla guida della prima squadra del Milan. Così Brocchi a “La Gazzetta dello Sport“: «Dissi che molti non mi hanno voluto capire. Ma il Milan per me è una famiglia, preferisco non parlarne».

GLI ALLENATORI E GLI AMICI – Il tecnico ha poi parlato dei suoi punti di riferimento, di Balotelli e di molto altro: «Ho avuto tanti allenatori bravi, da Ancelotti a Reja ma Prandelli mi ha insegnato il calcio e mi ha trasmesso tanto dal punto di vista tattico e morale, nel preparare la partita e curare i dettagli: mi rivedo in lui. Balotelli? Lo prenderei. È un bravo ragazzo che sta passando un momento difficile. Magari avessi potuto averlo con me. Gattuso? Ha sempre il telefono spento. Sapevo che il suo ritorno avrebbe portato una carica pazzesca. Vieri? E’ uscito allo scoperto! Prima mi dicevano ‘come fai a essere amico di quell’orso?’ e ora tutti hanno capito come è realmente».

Antonio Parrotto
Giornalista sportivo. Non vendo sogni ma solide news. E anche panini, birre e patatine.
Condividi
Articolo precedente
flaminiBendtner riparte dall’Inghilterra: è ufficiale
Prossimo articolo
flaminiRamires: «Inter? Club che non ha bisogno di commenti»