Bruno Peres: «Roma, obiettivo scudetto!»

39
bruno peres roma torino
© foto www.imagephotoagency.it

Bruno Peres fa il punto della situazione in casa Roma: obiettivi, Europa League ma non solo

Reduce dalla vittoria al fotofinish contro la Sampdoria, la Roma di Bruno Peres è attesa giovedì dalla sfida col Viktoria Plzen in Europa League. All’AS Roma match program il laterale brasiliano ha rilasciato alcune dichiarazioni: «Cosa è successo domenica all’Olimpico? Una partita difficile, ma a fine primo tempo abbiamo cambiato lo spirito e giocato come sappiamo fare, soprattutto avanzando il raggio di azione. Ed è andata bene. Con l’ingresso di Dzeko e Totti è cambiata la partita? Sì, è vero. Con Totti in campo è tutto diverso, è una leggenda. Fa sempre la differenza ed è importante per noi che ci sia. Europa League? Dobbiamo giocare come nel secondo tempo. Sappiamo che è una partita importante, ma difficile. Ci vuole lo spirito della ripresa con la Sampdoria per vincere la partita»

LA ROMA DEVE LOTTARE PER LO SCUDETTO«Come giudica il girone in cui è capitata la Roma? Un girone difficile: sembra facile, ma non lo è. In campo è tutto diverso. Bisogna fare bene per vincere le partite. Credo che abbiamo i mezzi per poter fare un buon girone e arrivare fino alla fine. Come è stato il suo primo periodo nella Roma? Per me è stata un’emozione grandissima essere approdato nella Capitale. Sono contentissimo di essere qui, la Roma è una squadra molto forte, e adesso aspetto solo di fare bene con questa maglia. Quali sono gli obiettivi della Roma? La Roma ha una squadra forte, deve cercare di lottare per lo scudetto, di essere sempre nelle prime postazioni in classifica. È la cosa che abbiamo in testa, io e i miei compagni. Siamo certi di farcela».

TOTTI IL MIO MITO«Indicazioni di Spalletti? Come dicevo prima ha insistito tanto sulla fase difensiva, devo migliorare in quell’aspetto. Adesso sto cercando di capire cosa il mister vuole da me. Sto cercando di abituarmi il più veloce possibile. Così posso essere più bravo… Chi l’ha impressionato più degli altri? Qui sono molti i giocatori forti, con tante qualità diverse. Non uno più degli altri. Certo Francesco Totti è sempre stato il mio mito. Lui e De Rossi per me sono diversi. Juventus la grande rivale? Sì, penso che sarà così per tutta la vita. Una grande rivale e noi abbiamo il compito di fare bene contro di loro. Speriamo di ‘fregarli’ in questo campionato».

Massimo Balsamo
Giornalista fieramente del Nord. Il pareggio non esiste.
Condividi
Articolo precedente
rigoli_conferenzastampaCatania, Rigoli: «Non giocare domenica è stato un danno, ma niente alibi»
Prossimo articolo
napoli - bologna mazzarri de laurentiisSuper Milik a Kiev: Napoli batte Dinamo, tre punti!