Il rammarico di Buffon: «La Juventus ha svalvolato»

buffon
© foto www.imagephotoagency.it

La finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid vista da Gianluigi Buffon e analizzata a mente fredda: le ultimissime notizie

A Gianluigi Buffon girano un po’ le scatole per la sconfitta della Juventus in finale di Champions League. Il portiere pensa che fosse una grande chance ma i suoi hanno gettato al vento la vittoria. Il perché non è facile da spiegare, secondo l’estremo difensore la prima mezz’ora fatta fuorigiri fisicamente potrebbe aver pesato: «A noi manca ancora qualcosa che ci faccia essere al pari degli altri. Le big come i Real Madrid sono abituate a vincere ma sono anche fortunate, gli episodi sono a loro favore». Il toscano fa un parallelo tra il Real e la Juve, perché la “fortuna” che i blancos hanno avuto in UCL è quella che la Vecchia Signora ha nel campionato italiano. Non c’è bisogno di arrabbiarsi, continua, perché comunque il cammino della Juventus è stato eccezionale, lui non ha fatto discorsi particolari negli spogliatoi ma ha potuto toccare con mano il rammarico dei compagni. «Pensavamo di fare gara alla pari, ma abbiamo perso male. Un ko di misura ti fa capire che sei di livello, invece abbiamo sbracato, la squadra ha svalvolato» prosegue Buffon, secondo cui non è possibile che in una gara del genere ci sia chi ha ceduto del tutto a livello mentale o fisico. Non ci sono rimpianti, la Juventus ha dimostrato di essere forte ma il Real l’ha surclassata, nell’ottica di Buffon, che a La Gazzetta dello Sport chiude con una battuta sul futuro: «Per me c’è un’ultima possibilità. Ho ancora un anno di contratto, siamo in Champions per cui ce la giocheremo».

Condividi