Buffon a Tiki Taka: «Critiche? Vivo per smentirle»

416
buffon
© foto www.imagephotoagency.it

Gigi Buffon, portiere della Juventus, ha parlato a Tiki Taka, trasmissione di Pierluigi Pardo, del Golden Foot e delle critiche ricevute nell’ultimo periodo

Tante le critiche piovute addosso a Buffon, portiere della Juventus e dell’Italia dopo le ultime prestazioni non particolarmente esaltanti con la maglia della Nazionale e con la maglia del club bianconero. Il numero uno della Juve ha ricevuto il “Golden Foot 2016”  è stato il primo portiere della storia a ricevere questo importante riconoscimento – e ha parlato a “Tiki Taka” trasmissione condotta da Pierluigi Pardo e in onda su “Italia 1“, delle critiche piovutegli addosso dopo gli errori con Spagna e Udinese e del premio ricevuto.

LE DICHIARAZIONI – Queste le parole di Buffon: «I premi non stufano mai. A seconda dei momenti in cui arrivano sono il riconoscimento di un lavoro che viene apprezzato. Ritiro? Al momento no. Arriverà sicuramente quel momento e lo accetterò nella maniera più serena possibile. Per continuare ad andare avanti c’è bisogno di stimoli, specie della critica. È bello quando ti fanno il funerale e poi li smentisci. Io vivo per questo, per ricacciare in bocca le parole avventate. Alla Juventus c’è un grande gruppo, lavoriamo tutti con lo stesso obiettivo e siamo uniti, nei momenti positivi ma anche in quelli meno positivi. Mondiali? Sono passati 24 anni, dall’82 al 2006, per vedere l’Italia sul tetto del mondo. Da quel 2006 sono passati solo 10 anni quindi ne mancano ancora altri 14 e io voglio esserci!».

SAN GIGI DI LYON – La risposta di Buffon è arrivata immediata nella serata di ieri, martedì 18 ottobre, con i tre miracoli che hanno permesso alla Juventus di non subire gol e vincere in casa del Lione nel match di Champions League. Buffon ha parato un calcio di rigore e salvato la rete in diverse occasioni: «Mi avevano fatto il funerale, ma che ci vadano loro. Non troveranno nessuno, perché non c’era nessun funerale da fare. Ho sentito molte cose in questi giorni, ma l’unica costa giusta è stata dire “Io da Buffon mi aspetto qualcosa in più”».

Condividi