Borriello: «Ero quasi un ex, dicevano che era colpa di Belen»

590
borriello cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Cagliari: Borriello racconta la sua carriera, dagli inizi all’infortunio che quasi gli rovina la carriera, passando per il tanto gossip. Ora l’avventura sarda e la scommessa social: «Anche Giulini conta su di me»

Marco Borriello si è raccontato nel corso di una lunghissima intervista per Libero. L’attaccante del Cagliari, personaggio glamour prima ancora che bomber da Serie A, è partito da lontano: dagli inizi tormentati, con il padre ucciso dalla camorra quando aveva 11 anni e la necessità di emigrare al nord per trovare pace. Poi, ovviamente, il passaggio al calcio che conta e l’incontro che gli cambia la vita con Belen Rodriguez: un incontro che influirà anche sulla carriera… «Mi rompo il menisco e poi accade una cosa folle. Mi chiamano e mi dicono “Belen è all’Isola dei Famosi, tu stai soffrendo psicologicamente, temi di perderla, non ne sei consapevole e così avverti il dolore», racconta Borriello. Un dolore terribile che lo porta all’infortunio che quasi mette fine alla sua carriera: dieci mesi di stop. «Se si fosse saputo, sarei diventato subito un ex». Invece arriva la chiamata dalla Roma.

CAGLIARI, BORRIELLO: «QUI AMBIENTE PULITO» – Marco sceglie i giallorossi pur potendo andare all’estero, finché il direttore sportivo Walter Sabatini, senza nemmeno conoscerlo, lo fa fuori. Ora l’avventura a Cagliari e la rinascita grazie ad un nuovo stile di alimentazione: «Cagliari è un ambiente pulito, stupendo. Con il presidente Tommaso Giulini stretta di mano, scambio di sguardi e poche parole: “Scommetto su di te”». Il tormentone social riguarda la scommessa con Christian Vieri: se Borriello segnerà più di quindici reti, Bobo gli pagherà la vacanza. Dove? Saranno i suoi followers a sceglierlo.

Michele Ruotolo
Classe '88, capo-redattore e responsabile editoriale di Calcionews24. Spesso mi contraddico.
Condividi
Articolo precedente
calciomercato palermo diamanti bruno henriqueDiamanti a Guaraldi: «Macché falso, facciamo chiarezza»
Prossimo articolo
belotti torino allarme attaccoBelotti infortunato. Torino: allarme in attacco