Cagliari, esonero Rastelli: Ore contate dopo l’ennesimo stop

781
© foto www.imagephotoagency.it

Cagliari, esonero Rastelli: dopo l’ennesima sconfitta è sempre più in bilico. I tifosi chiedono a gran voce il cambio d’allenatore.

AGGIORNAMENTO 19 NOVEMBRE: RASTELLI SULLA GRATICOLA – È arrivata, nell’anticipo con il Chievo, la quarta sconfitta nelle ultime cinque gare per il Cagliari. Ora il tecnico Rastelli rischia veramente grosso. Dopo un buon avvio la squadra non trova più risultati positivi, manca grinta e coesione. Alcune scelte tecniche dell’allenatore sono poi incomprensibili, ultima quella di oggi lasciare fuori Borriello, Isla e Sau nel Cagliari attuale è deleterio. La società non ha ancora comunicato nulla, ma l’esonero sembra nell’aria. Non basta l’attenuante degli infortuni per salvare una situazione che è ormai arrivata al capolinea. I tifosi sono stufi e sui social chiedono a gran voce il cambio d’allenatore.

AGGIORNAMENTO 8 NOVEMBRE: GIULINI AVVERTE TUTTI – Come riportato stamane da L’Unione Sarda lo sfogo dell’altro giorno di Giulini non è stato casuale: il presidente sardo non ha ancora sbollito la rabbia per la dura sconfitta contro il Torino e chiede una prova decisamente diversa contro il Chievo Verona alla ripresa dal campionato, tra un paio di settimane. La situazione descritta per il momento non è molto diversa da quella riportata a parola dal numero uno dei sardi, che conferma Rastelli. Non è un caso però che già in estate, alla luce del sole, Giulini abbia provato a portare in rossoblu un tecnico di maggiore esperienza, senza successo. Anche il tecnico insomma è avvisato: un nuovo tracollo o peggio una figuraccia contro il Chievo potrebbe costare davvero molto cara all’allenatore dei sardi.

Non del tutto in bilico la panchina di Massimo Rastelli a Cagliari, ma certo dopo i cinque gol presi dal Torino l’altro giorno, come da lui stesso ammesso, non c’è molto spazio per essere sereni. Non c’è spazio anche perché, nonostante la conferma a parole, l’atteggiamento del presidente rossoblu Tommaso Giulini ieri è stato tutto meno che comprensivo. «Io penso che l’allenatore abbia fatto molto bene e del resto la sua carriera parla per lui: ha fatto bene ovunque è andato – ha detto Giulini in una intervista per Videolina Sport . Ci sono pochi allenatori in Italia con un percorso così: io sono convinto sia bravo, anche se non fa lo showman. Non è un fenomeno, ma tutti stiamo affrontando un percorso di crescita. Difendo i giocatori e sentire che giocano contro l’allenatore mi fa male». CAGLIARI, GIULINI: «ORA BASTA!» – Al di là delle parole, i toni però sono molto forti per Giulini: «Abbiamo esaurito tutti i jolly, si può perdere ma non è in quel modo – le parole del numero uno dei sardi – . Ultimatum all’allenatore? No, ma non possiamo permetterci altre sconfitte del genere, ci vuole lavoro, dobbiamo provare e riprovare certi schemi. Non possiamo permetterci certe gare, mai più. Tutti devono lavorare per il bene di questo club».

Condividi