Cagliari, morto ex allenatore Cenzo Soro

“Ogni giorno nel cervello nascono e muoiono milioni di neuroni. Bisogna metterli in azione per rinnovarli”. Così si esprimeva Cenzo Soro quando gli si chiedeva il segreto di quella che pareva la sua eterna giovinezza. Aggiungiamo noi: una vita sana, a fianco della moglie Mariolina e della figlia Elena, e la passione immensa per lo sport. Oggi il Ragionier Soro ci ha lasciato. Avrebbe compiuto 97 anni il prossimo 23 aprile. Il mondo dello sport sardo ha perso il suo patriarca. Una carriera incredibile da atleta e dirigente.

Aveva iniziato con l’atletica leggera, per darsi poi al calcio. Portiere della Juventus negli anni ’30, fu frenato da un infortunio. Allenatore del Quartu e del Cagliari negli anni ’50, sedeva in panchina il giorno dello sfortunato spareggio con la Pro Patria per la promozione in Serie A. In seguito, fu presidente della Federazione Regionale di Basket e di Atletica. Per tanti anni ha diretto il Centro Addestramento Gigi Riva. Interminabile la lista dei premi e delle onoreficenze. Quella che gli diede più soddisfazione, la Laurea Honoris Causa. “Non so se la merito”, commentò. Ci mancherà , il Ragionier Soro.

Condividi