Rastelli è concentrato: «Cagliari, niente blackout!»

esonero rastelli
© foto www.imagephotoagency.it

Cagliari atteso domani dalla sfida casalinga contro il Pescara di Zdenek Zeman, valida per la 34^ giornata di Serie A: le parole in conferenza stampa di Massimo Rastelli

Reduce dalla sconfitta contro l’Udinese, il Cagliari domani ospiterà al Sant’Elia il Pescara di Zdenek Zeman per la 34^ giornata di campionato. Intervenuto in conferenza stampa, come riporta Cagliarinews24.com, Massimo Rastelli ha presentato il confronto con il Delfino: «Abbiamo perso Isla per un affaticamento muscolare, anche Miangue è fuori dalla lista per un problema. Abbiamo anche altre situazioni da valutare domani, fra queste c’è Borriello che ha sentito il riacutizzarsi di una botta presa la partita scorsa. Gli esami hanno dato esito negativo, lui sente qualche dolorino: è convocato, vedremo. Non voglio usare frasi fatte da allenatore, ma è una partita pericolosa. Non difficile, pericolosa. La vittoria sarebbe scontata ma non c’è nulla di sicuro nel calcio. Le gare vanno vinte sul campo, non prima. Il Pescara è retrocesso ma ha fatto sudare sette camicie a tutti, è una squadra molto propositiva e lo era anche prima che arrivasse Zeman. Dobbiamo loro il massimo rispetto, ci vorrà la stessa prestazione offerta contro il Chievo. I ragazzi da due mesi non sbagliano un allenamento, poi certo bisogna portare l’entusiasmo anche in gara e nei momenti difficili delle partite. A volte siamo usciti dal match e il risultato ne ha sofferto, dobbiamo evitarlo. Vincere significherebbe consolidare il dodicesimo posto e poter poi continuare a cercare di salire in classifica. Alla squadra martedì ho detto che siamo la squadra in Serie A ad aver ribaltato le gare più volte. Dobbiamo puntare su questo e cercare di non compromettere le partite per qualche blackout, è un difetto su cui lavoriamo da tanto ma che ci portiamo ancora appresso».

Condividi