Calcio italiano in rosso: ingenti perdite nel 2014/15

21
calcio italiano tavecchio
© foto www.imagephotoagency.it

Presentato il bilancio del calcio italiano 2014/15 alla Camera dei Deputati: perdite importanti per tutto il movimento

Il calcio si sa, è un business tendenzialmente a perdere, una macchina che ha continuo bisogno di investimenti per poter funzionare bene e che quindi fagocita milioni di euro come se niente fosse. Il calcio italiano non fa eccezione, e i risultati sul campo, dove la Nazionale ha risollevato parzialmente la faccia negli scorsi Europei dopo due Mondiali piuttosto deludenti, fanno da corredo al bilancio presentato questa mattina dalla FIGC alla Camera dei Deputati, relativo alla stagione 2014/15.

MEZZO MILIARDO DI PERDITE – Le cifre sono allarmanti: sono 528,9 i milioni di perdita nel corso dell’esercizio: praticamente tutti dovuti alla Lega Serie A, che ha perso circa 519 milioni, perdite anche per quanto riguarda la LND (Lega Nazionale Dilettanti, ndr.) e il calcio giovanile per rispettivamente 4,2 e 6,6 milioni.

CONTROTENDENZA FIGC: BILANCIO IN RIPRESA – Se il calcio italiano ha un bilancio tutt’altro che invidiabile, molto meglio fa la FIGC, che ha registrato un risultato positivo per 4 milioni di euro. Si prospettano numeri decisamente migliori nel bilancio del prossimo anno relativo alla stagione 2015/16: il contenimento dei costi e l’aumento dei ricavi dei diritti televisivi potrebbero dare una mano in tal senso.

Condividi