Lazio – Paloschi: si può fare. Ntep saluta Rennes

346
infortunio paloschi
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Lazio – Paloschi: l’ex Chievo, relegato in panchina all’Atalanta, idea per l’attacco, a gennaio potrebbe partire. Paul-Georges Ntep annuncia l’addio dal Rennes a gennaio: i biancocelesti in agguato

La Lazio alla ricerca di un attaccante sul mercato di gennaio e si fa strada il nome di Alberto Paloschi, giocatore arrivato in estate all’Atalanta. L’ex Chievo Verona e Swansea City era l’acquisto di punta nerazzurro, ma ha perso la titolarità in attacco dopo un avvio difficile e l’esplosione del compagno di reparto Andrea Petagna, promosso dal tecnico Gian Piero Gasperini a titolare. L’investimento atalantino per Paloschi è stato di circa 6 milioni di euro ed è difficile che la società orobica voglia privarsene per meno, ma non solo: come riporta stamane il Corriere dello Sport in verità non è nemmeno detto che l’Atalanta voglia cedere il giocatore, che potrebbe ancora tornare utile. Piuttosto la volontà del presidente Antonio Percassi sarebbe quelle di cedere un altro attaccante, Mauricio Pinilla, in scadenza di contratto a fine stagione e pure lui nel mirino della Lazio. Ovvio che, dovendo scegliere, i biancocelesti preferirebbero puntare su un investimento giovane e di rendimento.

MERCATO LAZIO: NTEP PER KEITA, DJORDJEVIC… – Di certo a gennaio la Lazio interverrà sul mercato per prendere un vice di Ciro Immobile, quindi una punta, anche tenendo conto del fatto che Filip Djordjevic pare ad un passo dall’addio (su di lui, ieri, anche l’Olympique Lione). I biancocelesti però dovrebbero prendere anche un attaccante esterno: Keita Baldé non ha rinnovato il proprio contratto e rimane a un passo dall’addio (senza tenere conto del fatto che potrebbe svincolarsi usando l’articolo 17 del regolamento FIFA), ma in ogni caso il senegalese a gennaio partirà per la Coppa d’Africa. Al suo posto l’obiettivo resta Paul-Georges Ntep del Rennes: il francese proprio ieri ha annunciato che non rinnoverà il contratto in scadenza con il suo club e che a gennaio potrebbe dare l’addio.

Condividi