Carrera, cuore Atalanta: «Può arrivare tra le prime 7»

59
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore dello Spartak Mosca ed ex capitano orobico, Massimo Carrera, applaude il lavoro dell’amico Gasp: «Percassi l’ha lasciato lavorare. E ora raccoglie i frutti…»

Massimo Carrera è in vetta al campionato russo con il suo Spartak Mosca dopo esser approdato in Russia la scorsa estate dopo l’Europeo: «Ho accettato perché sapevo che lo Spartak è un po’ la Juventus di Russia, ossia una squadra e una società forti e con grandi tradizioni» afferma il tecnico 52enne ai microfoni de L’Eco di Bergamo.  Arrivato in Russia la scorsa estate, Carrera ha condotto lo Spartak Mosca in vetta alla classifica, 28 punti in coabitazione con la corazzata Zenit San Pietroburgo.
ATALANTA, FINO AL SETTIMO POSTO – Carrera, nell’intervista odierna, parla anche del particolare momento positivo dell’Atalanta dell’amico Gian Piero Gasperini. Carrera, ex capitano orobico tra il ’96 e il 2003, ha rilasciato queste dichiarazioni in merito: «Non sono sorpreso dai suoi risultati positivi. Gasperini è un grande allenatore. Non avevo dubbi che avrebbe fatto bene» sottolineando anche l’importanza della fiducia accordatagli dalla società: «Sapendo com’è Gasperini, Percassi l’ha lasciato lavorare. E i frutti ora si raccolgono. Con la determinazione e la motivazione sempre al massimo potrebbe chiudere tra le prime sette».

Condividi