Catania, nuova penalizzazione e campionato in salita

124
lega pro catania
© foto www.imagephotoagency.it

La società etnea partirà con un gap di 6 punti per il “Caso Castro” a cui andrà aggiunto un ulteriore punto per il mancato pagamento degli stipendi

La notizia era stata ampiamente anticipata dalla società siciliana, adesso è ufficiale. Anche quest’anno il Catania si presenterà ai nastri di partenza con una pesante penalizzazione. Sei punti di penalizzazione per il mancato pagamento dei compensi dovuti al Racing de Avellaneda per la cessione di Lucas Castro, centrocampista argentino ormai da tempo militante nelle file del Chievo. Il ricorso internazionale da parte del Racing era partito prima del ritorno nel club rossazzurro dell’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, il quale successivamente aveva raggiunto un accordo con “La Academia” per ratealizzare il debito di 1,2 milioni di euro.

PRONTO IL RICORSO AL TAS – Proprio Lo Monaco, nel corso della presentazione dei nuovi arrivi in casacca rossazzurra ha tenuto a precisare: «Abbiamo subito pagato la prima rata e abbiamo messo in calendario le date dei successivi pagamenti. Sul ricorso la Fifa si è già espressa, faremo ricorso dimostrando volontà e buona fede. In ogni caso, sul campo, lotteremo per cancellare il -7» Gli fa eco il tecnico dei rossazzurri, Pino Rigoli:«Non cerchiamo alibi».

NUOVA PENALIZZAZIONE IN VISTA – Nonostante il -6 sia già stato ufficializzato anche dalla Lega Pro in uno specifico comunicato stampa, il Catania presto verrà penalizzato di un ulteriore punto per un altro ritardo nel pagamento degli stipendi della passata stagione. I rossazzurri saranno obbligati ad un nuovo avvio in salita, dato che nel passato torneo furono già costretti a partire con un pesante -10 scaturiti dal caso “I Treni del Gol”. La speranza è legata al ricorso al Tas, in modo da poter cancellare buona parte della penalità subita. Inanto, nello stesso girone degli etnei, anche il Fondi partirà con un punto di penalizzazione per un ritardo nei pagamenti del calciatore Leone nella stagione 2013-14.

Andrea Mazzeo
Corrispondente da Catania. I tempi cambiano, i miti passano ma l'amore per la tua maglia no.
Condividi
Articolo precedente
lotito lazioLotito: «Fatti di Amatrice, ferita al cuore»
Prossimo articolo
barcellona ronaldinho ambasciatoreManchester City, preso Bravo: è ufficiale