Cerci svela il futuro: «Ho una mezza parola col Bologna»

86
© foto www.imagephotoagency.it

Lo voleva la Lazio ma Alessio Cerci sembra in accordo con il Bologna per il calciomercato di gennaio: le parole dell’esterno dell’Atletico Madrid

Alessio Cerci che farà a gennaio? Risponde lui stesso: «Il Bologna ha calcolato i miei tempi di recupero e ha preferito aspettare. Mi ha dato una mezza parola per gennaio, vedremo». Il Bologna infatti ha cercato l’esterno dell’Atletico Madrid nell’ultima finestra di calciomercato ma l’infortunio del giocatore ha bloccato la trattativa, se ne riparlerà fra pochi mesi. Lo stesso vale per il trasferimento alla Lazio, che sembrava a un passo sul gong di mercato a fine agosto: Cerci stesso dice che non sarebbe un problema passare dalla Roma alla Lazio, porta Antonio Candreva come esempio lampante ben riuscito. Ma anche la Lazio, continua, lo ha bocciato in estate per via del ginocchio malconcio e a gennaio anche i capitolini torneranno a farsi sotto.

LA VISIONE DI CERCI – Adesso l’infortunio è alle spalle, prosegue l’ex pisano, e il ginocchio risponde bene: in un mese e mezzo l’esterno sarà pronto per giocare e ha già iniziato a correre in campo e a esercitarsi con il pallone. Si sente carico e preparato: «Sono convinto di poter far bene. Vorrei tornare in Italia, chiedo fiducia e sceglierò chi me la concederà». Ieri l’Italia inoltre ha battuto la Macedonia nel cammino di qualificazioni ai Mondiali e Cerci è uno che conosce molto bene Giampiero Ventura. Proprio sul ct italiano ha chiuso l’intervista a Il Corriere dello Sport Stadio: «Ventura ha qualcosa in più degli altri, c’è poco da dire e da fare, è fantastico umanamente e tatticamente. Lui insegna calcio».

Condividi