Cesar: «Derby senza tifosi è come ballare senza musica»

42
cesar
© foto www.imagephotoagency.it

Cesar Aparecido Rodrigues, ex terzino sinistro, fra le altre, della Lazio, ha parlato del derby con la Roma. Ecco la sua intervista

Cesar Aparecido Rodrigues, ex terzino sinistro che ha militato in Italia con le maglie di Lazio, Inter, Livorno e Bologna, ha parlato in vista del derby con la Roma in programma domenica prossima alle ore 15 allo stadio Olimpico. L’ex calciatore laziale ha visto il derby in Curva Nord per due volte e ora Cesaretto racconta le emozioni della stracittadina della Capitale a “Il Corriere dello Sport“.
IL RACCONTO DI CESAR – «Vivere il derby in curva è magnifico, ho provato emozioni bellissime che non puoi capire finché non le provi. Un derby senza tifosi è come andare a ballare senza musica, è molto triste. Io mi esaltavo nei derby: era importante avere i propri tifosi ma avere anche quelli contro, mi caricava. Io ho avuto la fortuna di segnare sotto la Nord e di ballare la samba: emozioni uniche. La Lazio di Inzaghi è divertente, con un tridente devastante. Per me è stato un onore giocare nella Lazio, provo gratitudine per tutto quello che mi ha dato la gente laziale: vivere la Lazio è come respirare».

Condividi