Cessione Milan, Berlusconi: possibile ripensamento

170
berlusconi - closing milan
© foto www.imagephotoagency.it

Si dice che Silvio Berlusconi abbia pensato a un possibile dietrofront sulla cessione del Milan, ma è strettamente connesso alla situazione di Sino Europe Sports: le ultime su queste voci clamorose

Silvio Berlusconi potrebbe aver avuto un ripensamento riguardo la cessione del Milan. Il presidente attuale dei rossoneri infatti avrebbe rivissuto una serata di grande gioia dopo la vittoria del suo club contro la Juventus sabato scorso e, forse lasciatosi sopraffare dall’euforia, avrebbe espresso – scherzando o meno, non si sa – ai suoi collaboratori la volontà di tenersi stretto il Diavolo. Peccato però che ormai sia troppo tardi per una cosa del genere, a quanto pare. Sino Europe Sports è sì in leggero ritardo, ma c’è e questo è l’importante per il club del Portello.

BERLUSCONI FORSE CI HA RIPENSATO – La possibilità di costruire una squadra a basso costo pescando dal vivaio e puntando molto sul settore giovanile sembra aver convinto Berlusconi e si parla di un possibile tentennamento da parte del numero uno milanese. In casa Milan però si lavora spediti per il closing di fine novembre, quando i cinesi dovrebbero prendere del tutto il Milan. Il ripensamento del Cavaliere dunque non ha troppe fondamenta perché, come riporta Il Corriere dello Sport, dovrebbe andare di pari passo con un dietrofront di Sino Europe Sport, cosa che non sta avvenendo.

 

Condividi