Chiesa: «Sogno l’Europa League. Kalinic è un esempio»

chiesa fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Federico Chiesa, giovane esterno della Fiorentina, è sulla bocca di tutti per la prima stagione, decisamente positiva, vissuta tra i professionisti

Chiesa è una vittoria di Paulo Sousa: il tecnico portoghese ha intravisto il talento del figlio di Enrico e gli ha dato fiducia e titolarità. Federico ne ha parlato così dal ritiro dell’Under 21: «Questa selezione ha fissato le basi per un futuro importante, ci sono tanti giovani emergenti che stanno facendo davvero bene. Io, personalmente, sono cresciuto tanto da dicembre ad oggi: per me è tutto nuovo, è stato un salto grande dalla Primavera alla prima squadra. Paulo Sousa? Ringrazierò sempre il mister perchè ha creduto in me fin dal ritiro, decidendo il mio futuro in soli 3 giorni. Contro la Juve, ad esempio, è stato coraggioso nello scegliere di mandarmi in campo, vedendo in me del potenziale. Mio padre non mi dà consigli tecnici, ma soltanto comportamentali, aiutandomi a capire la contestazione della tifoseria dopo l’uscita dall’Europa League. Ora stiamo inanellando ottimi risultati che ci fanno ben sperare per la qualificazione europea».

«Kalinic un esempio per noi? A gennaio ha lanciato un bel messaggio a tutti: la passione viene prima del denaro. I miei sogni? Centrare la qualificazione in EL con la Fiorentina e disputare gli Europei con l’Under 21».

Condividi