Corvino mette Bernardeschi spalle al muro: «Vogliamo una risposta a breve»

© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore generale della Fiorentina, Pantaleo Corvino, è tornato nuovamente sulla vicenda legata al contratto di Federico Bernardeschi

E’ stato il Pioli Day in casa Fiorentina: il neo tecnico dei gigliati è stato, infatti, presentato alla stampa, con Corvino a fare gli onori di casa. Il dg ha colto l’occasione per fare il punto anche su alcune situazioni di mercato: «Abbiamo parlato chiaramente con Bernardeschi, muovendoci in tempi non sospetti. La proposta che gli abbiamo presentato per il rinnovo contrattuale va ben oltre il nostro budget, il sacrificio è figlio della nostra volontà di avere un giocatore simbolo in squadra. Siamo ancora in attesa di una risposta che tarda ad arrivare: abbiamo detto al suo agente che la aspettiamo in tempi piuttosto brevi. Federico ha sempre dichiarato di voler restare a Firenze, adesso risponda con i fatti». Nel contratto del numero 10, al momento, non è prevista alcuna clausola rescissoria, discorso inverso per altri due titolari della rosa: «Personalmente abbiamo fissato soltanto una clausola rescissoria, ovvero quella relativa al contratto di Nikola Kalinic. L’altra, quella per l’uruguayano Matias Vecino, del valore di 24 milioni di euro, è stata inserita prima che entrassi io in società e scadrà il prossimo 10 agosto 2017». Bernardeschi avvisato, mezzo salvato.

Condividi