Curva Nord Inter: «Icardi non è il nostro capitano»

95
curva nord inter icardi capitano
© foto www.imagephotoagency.it

Curva Nord Inter: nuovo comunicato del tifo organizzato nerazzurro sulla questione Mauro Icardi, con l’argentino che continuerà ad essere il capitano della formazione di de Boer. Ecco il comunicato

Curva Nord Inter, netta presa di posizione nei confronti di Mauro Icardi. Ieri, come vi abbiamo riportato, il club nerazzurro ha comunicato che l’argentino continuerà ad essere il capitano della formazione di Frank de Boer, con Icardi che dovrà pagare una multa salata e ristamperà la sua biografia eliminando le pagine riguardanti l’ormai noto scontro con il tifo organizzato. Pochi minuti fa, la Curva Nord ha diramato un comunicato a tal proposito, eccone i passaggi principali: «Per noi, come per chiunque altro (speriamo), il capitano dell’Internazionale dovrebbe essere un simbolo. Esperienza, carisma, umiltà, serietà ed intelligenza. Picchi – Facchetti – Mazzola – Bergomi – Zanetti: praticamente l’antitesi di Icardi. Il comunicato della Società Inter non può quindi trovare il nostro accordo. Lo capiamo. Nelle logiche, nelle motivazioni. Ma non possiamo accettarlo».

IL COMUNICATO«Non siamo però noi a dover decidere. Ad ognuno il proprio ruolo. L’abbiamo sempre chiesto. Com’è giusto che sia. Anche se crediamo che una Società come l’Inter, esulando dal nostro pensiero, non dovrebbe permettere ad un individuo come Icardi di indossare la fascia da capitano. Non perché lo dice la Curva, semplicemente per Etica e Rispetto. La nostra Storia, onestamente, meriterebbe qualcosa di meglio.. Adesso però basta. Andiamo oltre a tutto e a tutti. E soprattutto a chi ha perso l’ennesima occasione di stare zitto. Tassativamente. Icardi è un capitolo chiuso. Non ne vogliamo più parlare ne sapere nulla. Non è il nostro capitano. Nè ora, nè mari. La Curva farà la Curva. Come ha sempre fatto. Già a partire dalla partita di Europa League di giovedì. Prepariamo la Voce, scaldiamo il Cuore. Le mani verso il cielo, l’Inter ha bisogno di noi».

Condividi