De Boer: «Scudetto? Ecco cosa penso. Icardi – Maradona? Bravo Mauro»

103
de boer inter fratello esonero
© foto www.imagephotoagency.it

Frank de Boer, presente alla cerimonia del Golden Foot, ha parlato in conferenza stampa della sua esperienza all’Inter ma non solo

L’allenatore dell’Inter, Frank de Boer, ha parlato in conferenza stampa dal Golden Foot, toccando numerosi temi: «La Roma è una grande squadra ma noi abbiamo dominato per 70 minuti e non molte squadre l’hanno fatto. Quando la squadra riuscirà ad essere costante le vittorie arriveranno. Credo che la mentalità italiana stia cambiando. La Juventus ha cambiato tanto il modo di giocare, io voglio fare lo stesso con l’Inter e ci posso riuscire perché questa è una grande squadra, con giocatori di qualità. Ora guardiamo avanti. Fino a dicembre giocheremo ogni 3-4 giorni. Dobbiamo lavorare duramente, in ogni gara. Col Cagliari non è facile, non ci sono squadre facili da affrontare in Italia».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue Frank de Boer: «La risposta di Icardi a Maradona? Mauro si è comportato bene, ha risposto bene, non c’è altro da dire. Nazionale? Ci arriverà molto presto, è solo questione di tempo. La mia avventura italiana? E’ la stessa cosa in ogni grande squadra, c’è sempre pressione. Inizialmente dobbiamo conoscerci, ora abbiamo preso la nostra direzione. Mercato? Non è il momento. Brozovic? E’ un giocatore importante. Ora ha giocato due partite con la Nazionale e può aiutare l’Inter a vincere, è questione di tempo. Scudetto? Dopo la vittoria con la Juventus in molti hanno parlato di Scudetto, dopo la sconfitta con la Roma hanno pensato ad altro. Bisogna andare avanti partita dopo partita. Siamo vicini per arrivare alla squadra che voglio. Kondogbia? Può ancora migliorare, è come Pogba e ha tutto per diventare un top player. Higuain e Icardi? Non faccio paragoni.Hanno dimostrato di essere molto forti a me importa che Icardi segni e nient’altro».

Condividi