Delneri: «Sono già stato vicino due volte all’Udinese»

42
udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Luigi Delneri è tornato ad allenare, dopo la parentesi di Verona eccolo all’Udinese: la prima gara è contro il passato e contro i rimpianti, ovvero la Juventus

Luigi Delneri esordirà con l’Udinese nella partita più difficile di tutti, ovvero contro la Juventus. Una squadra che sembra imbattibile dice l’allenatore, all’epoca già si progettava in grande in bianconero e la Juve è il maggior rimpianto del friulano, che però ora guarda avanti. Ha trovato un’Udinese giovane ma giù di morale con tante culture da assemblare. «Voglio dare una fisionomia e fare un calcio propositivo. Pozzo? Li conosco da anni, sono già stato vicino all’Udinese due volte ma questa è quella giusta» afferma Delneri.

L’UDINESE DI DELNERI – Il tecnico bianconero adesso dice di parlare molto con i giocatori e di provare ancora passione per questo sport. E poi c’è il Friuli, la sua terra, che lo rende orgoglioso di far innamorare i tifosi. Si parla anche di passato e Delneri rimembra i bei tempi della Sampdoria e quelli meno belli di Roma: «Andai vicino alla depressione, l’ambiente si aspettava risultati non consoni alla realtà». A La Gazzetta dello Sport infine Delneri si sofferma sui singoli e parla bene dia di Perica che di Thereau e Samir, poi chiude con il modulo: «Il 4-1-4-1 è l’idea di base, ma può essere un 4-3-3. Cercherò di far giocare i giovani, questa è la strada. I calciatori hanno un solo compito: mettermi in difficoltà».

Condividi