Milito: «Icardi animale d’area. Inter, tienilo stretto»

42
tronchetti provera
© foto www.imagephotoagency.it

Diego Milito elogia Icardi e lo definisce “animale d’area”. Poi si sofferma su de Boer, Zanetti, Moratti e anche lì è una pioggia di complimenti alla sua Inter

Diego Milito ha trovato il suo erede in maglia Inter, è Mauro Icardi. «Certi confronti non mi piacciono ma lui è più animale d’area. Non si vende uno così se si deve aprire un ciclo» ha detto il Principe a proposito del centravanti nerazzurro. Stando all’ex di Genoa e Inter Icardi in Argentina viene giudicato più per il gossip che per quanto fa in campo, ma per la convocazione in nazionale il vero problema è la folta concorrenza.

ICARDI, DE BOER, TRIPLETE – Dopo MI9 per Milito c’è tempo anche di parlare dell’Inter di Frank de Boer: «Mi sarei trovato a meraviglia con lui, perché vuole imporre il suo gioco e cercare la porta». L’Inter inoltre ha l’obbligo di puntare sempre al massimo, prosegue l’argentino, ma ora c’è solo bisogno di tempo per vedere un nuovo gruppo unito. Magari come quello del Triplete del 2010, che il Principe ricorda ancora quasi con gli occhi lucidi.

MORATTI, THOHIR, SUNING, ZANETTI – Dopo Icardi e de Boer, Milito si sofferma anche sui nuovi padroni dell’Inter. Di certo non dimentica quanto gli ha dato Massimo Moratti, che continua imperterrito a chiamare “presidente”, o Javier Zanetti, che dovrebbe diventare il nuovo vertice come afferma l’ex punta. «Suning fa sul serio e sono certo che l’Inter tornerà tra i migliori club al mondo, con Thohir ho avuto un ottimo rapporto checché se ne dica» chiude Milito a La Gazzetta dello Sport.

Gianmarco Lotti
Giornalista sportivo toscano vivente, amante del calcio come cultura. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.
Condividi
Articolo precedente
zamparini palermo sallaiZamparini: «De Zerbi mister giusto per il Palermo»
Prossimo articolo
sampdoriaRomei: «Caso Gable? Noi abbiamo i soldi, finisce qui»