Diritti TV: Accordo unanime per la ripartizione in Lega

25
matuzalem
© foto www.imagephotoagency.it

Nell’assemblea della Lega di Serie A, raggiunto un accordo unanime sulla distribuzione dei diritti televisivi riguardo anche il paracadute per le squadre retrocesse

Importante giornata in Lega Calcio: durante l’assemblea della Lega Serie A, i club della massima categoria hanno raggiunto un accordo unanime sulla distribuzione dei diritti televisivi. Una svolta storica, considerato che è la prima volta dal 2009 (entrata in vigore della Legge Melandri), tutte le società si sono trovate concordanti sull’aspetto intricato dei diritti TV.
RIPARTIZIONE DIRITTI TV – L’intesa tra i club di Serie A riguarda la stagione tutt’ora in corso e conferma i 60 milioni previsti come “paracadute” per le squadre retrocesse, invariati rispetto alla scorsa stagione. Entusiastici tutti i presidenti presenti, su tutti Massimo Ferrero della Sampdoria, che fa anche ironia: «Abbiamo tutti votato sì senza che il referendum sia ancora cominciato». Il presidente di Lega Beretta è stato più pacato: «Abbiamo raggiunto un importante punto d’equilibrio, uno schema che porta certezze ai club per la stagione in corso e la prossima. I soldi fanno girare meglio il grande calcio e il clima costruttivo degli ultimi giorni ci ha portato a un accordo condiviso da tutti i partecipanti. Approvate anche le linee guida per la vendita dei diritti TV del triennio 2018-2021».

Condividi