Donadoni: «La Roma ci ha messo in difficoltà nelle ripartenze. Dobbiamo prendere le cose positive»

101
bologna allenamento hellas
© foto www.imagephotoagency.it

Tante assenze importanti per il tecnico del Bologna, Roberto Donadoni. L’ex CT azzurro soddisfatto della prestazione di Sadiq. Poi commenta, «Salah e Perotti sono devastanti»

L’allenatore del Bologna, Roberto Donadoni, al termine dell’incontro perso per 3-0 contro la Roma, ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium. Il tecnico rossoblù ha sottolineato come la formazione abbia sofferto tanto l’assenza di alcuni calciatori d’esperienza, Gastaldello e Mirante su tutti. Il Bologna, nonostante il risultato, non è stato affatto rinunciatario, e Donadoni si dice comunque soddisfatto di quanto espresso dai suoi calciatori sul campo, evidenziando comunque che ci sono ampi margini di miglioramento. Destro e Torosidis non erano al meglio, e sono entrati solo a partita in corso. All’interno dell’intervista, Donadoni ha detto che bisogna ripartire da quanto di buono fatto questa sera per metterlo in campo nelle prossime sfide. Il Bologna, dopo aver incontrato Fiorentina e Roma, prima della sosta natalizia affronterà: Palermo, Atalanta, Udinese, Empoli, Pescara e Milan; snodi fondamentali per raccogliere dei punti utili per la salvezza. Donadoni ha commentato così: «Adesso ci saranno partite più abbordabili e dobbiamo tirare fuori gli artigli e i risultati».

«DIFFICILE RIMPIAZZARE VERDI» – L’allenatore rossoblù ha dovuto fare a meno di Verdi, per lui brutto infortunio alla caviglia della gamba destra. Di certo l’attaccante era il più in forma della formazione di Donadoni, ma il brutto infortunio lo terrà lontano dal campo per almeno 3 mesi. Rimanendo sulla fase offensiva, Sadiq, ex della partita, è partito titolare al posto di Destro, non in ottime condizioni; questo il commento del tecnico sulla prestazione dell’attaccante nigeriano: «Ha fatto la sua onesta prova, può migliorare, ha lottato e questo mi piace, può crescere in maniera esponenziale».

PESANO LE ASSENZE DI GASTALDELLO E MIRANTE – Oltre a Verdi, stasera mancavano anche due punti fermi della formazione di Donadoni, Gastaldello e Mirante. L’estremo difensore si è infortunato dopo le prime due giornate e dopo quasi 2 mesi non è ancora rientrato a difendere i pali della porta dei rossoblù. Anche l’infortunio di Gastaldello ha pesato tanto sull’economia dell’incontro. A proposito delle assenze, queste le parole di Roberto Donadoni: «Chiaro che quando ci sono dei punti di riferimento che vengono a mancare, qualche giovane può soffrire di più. Oggi eravamo una squadra molto giovane in campo, al di là di Da Costa, eravamo tutti più giovani, c’era Krafth, Ferrari, Masina».

 

 

Condividi