Donadoni: «Non siamo inferiori alla Lazio. Su Destro…»

93
da di francesco
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Donadoni, allenatore del Bologna, ha parlato in conferenza stampa in vista della insidiosa trasferta contro la Lazio

Le parole in conferenza stampa di Roberto Donadoni, allenatore del Bologna, alla vigilia della trasferta con la Lazio: «Io credo che ci sia la possibilità di fare bene, di fare un’ottima prestazione ma dipenderà molto da noi, indipendentemente dal valore e dallo spessore dell’avversario. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e dobbiamo andare lì con grande determinazione. E’ importante giocare in Nazionale, ti dà delle motivazioni importanti e ti aiuta a confrontarti anche con altre realtà e ti aiuta a crescere. La cosa difficoltosa sono i viaggi, questo è quello che va a incidere in maniera negativa, per il resto sono contento se ci sono miei giocatori nelle Nazionali».

IL CASO DESTRO – Prosegue l’allenatore dei felsinei: «Abbiamo lavorato in un certo modo in questi 15 giorni. La Lazio ha un valore indiscutibilmente ottimo, questo non fa una piega, ma non ritengo il Bologna inferiore. Questa è una mia convinzione, poi magari il campo dimostrerà altre cose ma tutti dobbiamo avere questa certezza che poi va trasformata in qualcosa di concreto, deve essere questo lo spirito, deve essere questa la nostra convinzione. Destro? Dispiace che qualcuno abbia alimentato polemiche inesistenti tra staff di Mattia e lo staff del Bologna. Trovo questi ragionamenti superficiali, è un discorso che mi fa anche sorridere per certi versi, è contro ogni verità. Destro è valutato dallo staff medico del Bologna, non ha nessun consulente personale. Ho letto anche di un allenamento punitivo da parte mia, non esiste niente di tutto ciò. Esiste solo il problemino di Destro. Se qualcuno tra di voi sa risolverlo dal punto di vista medico lo accetto volentieri. Rientro? Spero di averlo tra 15-20 giorni, ma c’è una lesione che va curata. All’interno della squadra oltre al non aver Destro a disposizione non c’è assolutamente nulla».

Condividi