Donadoni pretende rispetto: «Non ho visto differenze tra Bologna e Atalanta»

donadoni bologna
© foto www.imagephotoagency.it

Il Bologna di Roberto Donadoni è uscito sconfitto dalla sfida contro l’Atalanta, lanciatissima verso la qualificazione in Europa League

Il risultato di Atalanta-Bologna, 3-2, non premia di certo la compagine ospite ma Roberto Donadoni, nel post partita, traccia un bilancio positivo della performance fornita dalla sua squadra. Ecco quanto riferito ai microfoni di Sky Sport: «Non ho nulla da eccepire sull’atteggiamento della mia squadra, mi è piaciuto. Però abbiamo subito in avvio di gara, in maniera anche ingenua, tenendo conto anche dell’offside di Andrea Conti. C’è dispiacere: avremmo meritato un risultato diverso, ma lo svantaggio ci ha penalizzati. Abbiamo margini di miglioramento e dobbiamo crederci di più, conservando sempre la stessa convinzione. Il mio Bologna deve esprimersi al 100%, anche se non siamo in lizza per l’obiettivo Europa League nè immischiati nella lotta salvezza. Mattia Destro? E’ andato in rete, è stato bravo a trovarsi la palla sul piede dopo aver attaccato la porta. Mi aspetto sempre questo da lui: è la base minima da cui partire. Un parere sull’avversaria odierna? L’Atalanta merita ampiamente la posizione occupata in classifica. Giù il cappello per la Dea, anche se stasera non ho visto grosse differenze tra loro e il mio Bologna».

 

Condividi