Donnarumma, parla Antonio: «Raccomandato? Il Milan ha risposto»

antonio donnarumma bari
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Antonio Donnarumma al CorSera dopo le critiche sul suo arrivo in rossonero da secondo portiere

Antonio Donnarumma, secondo portiere del Milan, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni del Corriere della Sera nella quale ha parlato del suo trasferimento ai rossoneri. Così risponde alle ironie l’ex Genoa: «Non rispondo a chi dice che sono raccomandato, ha già risposto la società per me. Farò parlare il campo. Gigio mi ha chiesto dei consigli sul rinnovo, io ho fatto il fratello. Ma mi ha sempre detto di voler rimanere al Milan e gli ho detto di fare quello che si sentiva. Il rifiuto di metà giugno non me l’aspettavo, ma per quello che sapevamo avrebbe dovuto dare una risposta dopo gli Europei. Tutto questo comunque lo farà crescere».

Prosegue Donnarumma, raccontando anche il rapporto con Gigio: «Era da tempo che vivevamo divisi anche perché sono andato via di casa a 14 anni e lui era piccolissimo. Ora l’ho ritrovato uomo, ma il nostro rapporto anche se lontani è sempre stato fortissimo. Ci sentivamo tutti i giorni e giocavamo online alla playstation. Milan? Ho pensato bene prima di fare questa scelta, anche alle critiche. Mirabelli mi ha trasmesso il desiderio della società di riavermi e la mia situazione non ha influito sul rinnovo di Gigio. Aveva deciso di rimanere molto prima. Io volevo tornare in Italia anche perché a gennaio sarò padre».

Condividi