Ds Pisa: «Siamo pronti per la B, vi spiego perché»

15
© foto www.imagephotoagency.it

Pino Vitale ci parla sulla questione ripescaggio per un posto in serie B

Manca ormai poco più di una settimana all’ inizio della nuova stagione, ma sulla serie B, a causa della questione ripescaggio, vige ancora l’ incertezza, ma facciamo un passo indietro e spieghiamo brevemente come siamo giunti fin qui. Il fallimento, al termine della passata stagione, di Siena e Padova, ha lasciato un buco nello scacchiere delle 22 squadre che prenderanno parte al prossimo campionato di cadetteria, un buco che verrà riempito da una squadra di Lega Pro. I criteri di cui la FIGC terrà conto per il ripescaggio sono i seguenti:

– classifica finale dell’ultimo campionato (50%),
– tradizione sportiva della città (25%)
– numero medio degli spettatori allo stadio dalla stagione 2008-09 alla stagione 2012-13 (25%).

Quindi, in soldoni, quali sono le società favorite per un posto in B? Escludendo Novara, Reggina e Lecce, che a causa di illeciti sportivi commessi nelle stagioni precendeti non potranno essere tra le ripescate, le maggiori candidate sono il Vicenza e il Pisa. La redazione di Calcionews24.com ha dunque intercettato il ds della formazione toscana, Pino Vitale, per avere il parere di una delle dirette interessate.

Il Pisa sembra essere la favorita per quel posto in B, volevamo sapere il clima che si respira nell’ ambiente?

«Basta andare a vedere i siti, dire che la gente è contenta è un eufemismo, si respira positività».

A suo parere i criteri di ripescaggio scelti, sono corretti?

«Non vorrei entrare nel merito di una cosa che è più grande di me. Non posso sapere se sono corretti o meno, se no poi succede che se uno viene sorteggiato dice che sono corretti, ma se viene escluso dice che non lo sono. Questi sono, e quindi in base alle caratteristiche che ognuno ha, alla serietà dimostrata, se ha pagato o no, se ha avuto illeciti o no, verrà ripescato». 

Il Pisa in questo senso ha dimostrato di essere una società trasparente.

«Esatto, da quando c’è il presidente Battini abbiamo sempre pagato regolarmente negli ultimi 5 anni».

In caso di B, il Pisa è attrezzato per affrontare un campionato così difficile?

«Assolutamente si, sarà sicuramente in grado di affrontare un campionato di serie B, anzi forse meglio quello B rispetto a quello di Lega Pro». 

Avremo una settima di incertezza prima di sapere il nome della ripescata, questo può incidere in maniera negativa?

«Non credo affatto. Si attenderà con serenità e poi ci sarebbe comunque ancora una settimana dove sarà possibile fare ancora qualche movimento sul mercato».

Loris Cipollini

Condividi