Dzeko: «Serie A, avevo bisogno di tempo»

51
dzeko napoli roma
© foto www.imagephotoagency.it

Edin Dzeko, attaccante della Roma, parla dopo la tripletta in Europa League contro il Viktoria Plzen: «Juventus a sette punti? Ci sono 25 partite in gioco»

Edin Dzeko è esploso letteralmente in Serie A dopo appena una stagione di apprendistato. L’attaccante della Roma è tra i più prolifici a livello europeo in questa stagione e sta facendo ammattire più di un reparto difensivo del massimo campionato, mentre in Europa League è reduce dalla tripletta di giovedì rifilata al Viktoria Plzen. Il bosniaco prova a spiegarne i motivi del grande momento di forma nell’intervista con il Corriere della Sera: «Sono arrivato da un altro Paese e da un campionato differente. Forse avevo bisogno di tempo, ma adesso ho imparato tanto sulla serie A, sui difensori, sugli stadi e sui club. Si vede anche in campo, vero?».
LE DICHIARAZIONI: ROMA, PARLA DZEKO – Prosegue l’ex attaccante del Manchester City: «Spalletti mi chiede di essere più cattivo in campo? Per me cattivo significa che devi sfruttare tutte le occasioni che hai, che ti devi concentrare di più. E io mi impegno per farlo. Ma non posso cambiare a 30 anni. Sono fatto così. Sono nato così. Prima dell’Atalanta tutti a dire che possiamo vincere lo scudetto. Dopo la sconfitta, è un fallimento. Abbiamo perso una brutta partita, ma questo è il passato. Non penso che la Juve è a 7 punti, penso che mancano 25 partite e sono un sacco di punti. Con il Manchester City abbiamo vinto il secondo titolo quando sembrava già del Liverpool. Li abbiamo superati alla penultima giornata. Da allora, per me, non esiste più la frase: è finita!».

Condividi