Esonero Sousa: incontro coi tifosi in vista

160
esonero sousa fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Esonero Sousa: Fiorentina in dieci uomini a San Siro e sotto per 3-1 contro l’Inter dopo i primi 45 minuti. L’avventura del portoghese è al capolinea?

ESONERO SOUSA, 2 DICEMBRE – Non si è tenuto il 1 dicembre un faccia a faccia tra Paulo Sousa e i tifosi della Fiorentina ma si avrà nei prossimi giorni, scrive Stadio. Il tecnico non è a rischio esonero a quanto pare e i tifosi della Viola stanno dando fiducia incondizionata alla squadra, sono dalla parte dei giocatori e lo hanno dimostrato sfidando il freddo e incitando in trecento la Fiorentina ieri in allenamento. Niente contestazioni per il momento, ci sarà solo un incontro con Sousa nei prossimi giorni.

ESONERO SOUSA, 1 DICEMBRE – La situazione di Sousa è paradossalmente meno a rischio dopo la sconfitta di San Siro contro l’Inter, anche i tifosi della Fiorentina si sono detti pronti a sostenere la squadra. Oggi andrà in scena un allenamento aperto a tutti e i fan viola si riverseranno a vedere i propri beniamini e non solo, Il Corriere dello Sport parla di un possibile confronti di Sousa con i sostenitori. I tifosi vogliono capire le ragioni delle inquietudini del tecnico e quindi parleranno direttamente con lui, facendo presente alla squadra che se l’impegno messo in campo sarà pari a quello della ripresa del Meazza allora il tifo sarà colmo di incondizionata fiducia almeno fino a giugno. Poi la società cambierà quel che dovrà cambiare e ripartiranno nuove storie.

ESONERO SOUSA, 30 NOVEMBRE – Andare avanti con Sousa è l’imperativo della Fiorentina, almeno per il momento. Diego Della Valle ha confermato il tecnico lusitano e non ha voluto ribaltoni, anche se le prossime sfide con Palermo, Qarabag e Sassuolo saranno di sicuro decisive. Alibi per Sousa è la direzione di gara di Damato a San Siro che ha lasciato l’amaro in bocca a tifosi e società viola, ma questo è solo il bicchiere mezzo pieno. Alcune scelte del tecnico infatti non sono piaciute: l’impiego di Joshua Perez al posto di giocatori più quotati oppure la decisione di partire per Milano il giorno stesso della partita, come scrive Tuttosport.

Esonero Sousa: ipotesi futuribile o immediata? Non è stata senz’altro una bella settimana per il tecnico portoghese della Fiorentina, sia per quel che concerne i risultati sia per la situazione ‘ambientale’ dopo le sue dichiarazioni della scorsa settimana. Tutto è iniziato dalla conferenza di Sousa alla vigilia della sfida contro il Paok Salonicco quando disse: «Bernardeschi? Avrà in futuro squadre con ambizioni diverse da quelle della Fiorentina» per poi ritrattare il giorno dopo la protesta dei tifosi della Fiorentina: «Il mio non era un invito a Bernardeschi a lasciare la Fiorentina o alla Viola a cederlo. Era solo una riflessione sul valore di un giocatore in crescita e che può essere un top player».
ESONERO SOUSA? FIORENTINA SOTTO PER 3-1 NEL PRIMO TEMPO A SAN SIRO – I risultati altalenanti e le parole sul futuro di Bernardeschi hanno acceso gli animi in casa Fiorentina. La rabbia dei tifosi viola si è riversata nei confronti del tecnico portoghese con due striscioni affissi ai cancelli del Franchi che recitavano rispettivamente: «Sousa non ti senti ipocrita? Allora dimettiti» e «Noi sogniamo e creiamo pressione, tu Sousa crei depressione». La situazione, insomma, è diventata insostenibile, tant’è che nei giorni scorsi il nome di Massimo Oddo è balzato in pole position in caso di una sostituzione dell’attuale allenatore della Fiorentina. E oggi, con la Fiorentina sotto per 3-0 dopo i primi venti minuti del match con l’Inter, le sue quotazioni di permanenza non sono certo in ascesa.

Condividi