Eto’o, ricordi nerazzurri: «Mou mi fece fare il discorso prima della finale di Champions»

© foto www.imagephotoagency.it

Il triplete dell’Inter, vinto 7 anni fa, rievoca dolci ricordi in Samuel Eto’o che a “E poi c’è Cattelan” svela alcuni retroscena sulla finale di Champions e non solo

Ospite a “E poi c’è Cattelan“, trasmissione in onda su “Sky Uno“, Samuel Eto’o, ex attaccante dell’Inter, vincitore di ben 2 triplete consecutivi (nel 2009 con il Barça e nel 2010 con l’Inter) è tornato indietro nel tempo di 7 anni, raccontando alcuni retroscena sul suo arrivo in nerazzurro e parlando anche della finale di Champions con il Bayern Monaco: «Sono arrivato all’Inter grazie a un bellissimo messaggio di Materazzi. Non ci conoscevamo ma il suo messaggio fu importante. Se è vero che mi piace l’allenatore nel pallone? Lo adoro. Il 5-5-5 è fantastico. Mourinho mi fece fare il discorso prima della finale di Champions con il Bayern Monaco perché avevo già vinto tanto. Dissi loro che dovevamo fare qualcosa per questo grande popolo che attendeva quella gioia da troppo tempo, dissi ‘o moriamo sul campo e portiamo a casa la coppa, o moriamo perché non facciamo ritorno a Milano’ e aggiunsi che le finali le vince chi scende in campo per vincerle non chi scende in campo per giocarle. Mi girai verso Julio Cesar e stava piangendo. Al Barcellona invece preparavamo le partite in maniera più tranquilla e una volta, prima della finale di Roma, Guardiola spense tutte le luci e ci fece vedere il film “Il Gladiatore”. Ci diede molta energia e uscimmo super carichi».

Condividi