Fassone fa sognare il Milan: «Arriveranno nomi importanti. Donnarumma? Pronti a tutto»

fassone
© foto www.imagephotoagency.it

Marco Fassone e il calciomercato del Milan: qualcosina su Morata, molto su Donnarumma, tanto sulla pianificazione del nuovo Diavolo. Le ultimissime notizie

Il calciomercato del Milan come sarà? Come affronteranno i rossoneri la prossima stagione? Marco Fassone, da pochi mesi nuovo amministratore delegato, ha una risposta per tutto: «Può darsi che qualcuno storca il naso per iniziare prima la stagione ma non noi. Pensiamo che dal passaggio in Europa passi la voglia di tornare a essere grandi. L’Europa League riabitua la testa e i muscoli per tornare nel calcio che conta. Dobbiamo fare un distinguo tra Juventus e le inseguitrici Napoli e Roma, ma tutte e tre sono lontane perché noi abbiamo avuto un passaggio a vuoto e loro hanno pianificato. Qui ho trovato il dna e la mentalità per puntare sempre al massimo risultato, è una macchina potente che è rimasta in garage. Noi vorremmo tornare in Champions League alla fine del prossimo campionato, approfittando della quarta in UCL e vedremo. Si può andare in Champions anche vincendo la UEL, per sua storia il Milan ha vinto molto il Europa ma va detto che giocare il giovedì sera è ostico per le italiane. Dobbiamo fare uno sforzo mentale e culturale per essere al pari con le squadre che lottano per vincere certe coppe. Bisogna innestare giocatori di esperienza che possano aiutare a crescere i talenti che sono già in squadra, poi serve mentalità vincente: l’abitudine a vincere porta a vincere, quella a non vincere porta a considerare un mezzo obiettivo un obiettivo vero».

Fassone e il calciomercato del Milan

Sul calciomercato l’ad Fassone a Radio Rai ha proseguito: «Donnarumma? Non si tocca solo il cuore ma anche la parte contrattuale, il nostro desiderio è trattenerlo e siamo disposti a fare uno sforzo ragionevole. Dai suoi occhi trapela la sua voglia di stare con noi, da parte nostra siamo disposti a fare di tutto. La nostra intenzione è di non cederlo, è uno scenario improbabile ma legittimo e stiamo ragionando su un piano B. Ho il sentimento che sia un piano che non dovremmo attivare. Morata? Si è creato un grande entusiasmo e leggo una girandola di nomi, non si può dire che siamo vicini o no. Anche prima del closing abbiamo preso contatti e abbiamo idee chiare, non faccio nomi e non voglio creare difficoltà o facili entusiasmi. Lavoriamo per mettere a disposizione gran parte della rosa a Montella, speriamo di dare componenti importanti, i nomi arriveranno e saranno funzionali. La disponibilità a investire c’è, ma il denaro non è illimitato e dobbiamo fare tutto nel modo giusto. Vogliamo giocatori che accettino di sposare il Milan, e che ad esempio vogliano giocare l’Europa League quando potrebbero fare altro. Se ci sono queste caratteristiche allora, possiamo prenderli. Il Milan deve tornare un club di vertice, farà investimenti oculati per tornare al top e ottenere un vantaggio economico nei prossimi anni». 

Condividi