FIFA, Infantino: «La gente potrebbe non capire la moviola»

21
infantino fifa
© foto www.imagephotoagency.it

FIFA: Gianni Infantino promuove la VAR (la moviola in campo) usata durante Italia – Germania, ma frena sulla sua comprensione da parte dei tifosi mostrando dubbi. Sul Mondiale a 48 squadre: «È un obbligo»

Una piccola virata rispetto a quando già detto ieri, dopo ItaliaGermania: Gianni Infantino, numero uno FIFA, promuove la VAR (la moviola in campo), ma con moderazione, senza entusiasmi. «Funziona ed io ho cambiato idea in merito: credevo si rischiasse di snaturare il gioco, invece non succede. Nessuna criticità, solo la consapevolezza che servono diverse fasi di prova – spiega Infantino a La Stampa oggi – . Non so quanto la gente sia pronta a capire. Mi immagino oggi durante una grande sfida con lo stadio pieno la VAR che contraddire l’arbitro. Onestamente non so dire che cosa succederebbe». Durante Italia – Germania, nello specifico, spiega il numero uno FIFA, la moviola ha annullato un gol ai tedeschi, confermando però la decisione dell’arbitro, non contraddicendola. Nessuno stop, ma si dovrà continuare a sperimentare selezionando solo pochissimi episodi in cui utilizzarla. FIFA, INFANTINO: «MONDIALE A 48 SQUADRE? SÌ» – Ancora una volta Infantino conferma la volontà di puntare su un Mondiale allargato, dalle trentadue squadre di oggi a quarantotto: per questo non gli sono piace la parole di Thomas Mueller contro San Marino, piccola nazionale nel panorama mondale. «Persino arrivando a quarantotto squadre stiamo sempre parlando di una minoranza: le nazionali qualificati resterebbero meno del trenta per cento tra le affiliate alla FIFA. A me pare un obbligo dare un po’ di respiro», chiosa Infantino.

Condividi